DOMENICA PRESENTAZIONE DI “SYBARIS E LAOS” ALL’IPSIA-ITI

Domenica prossima, 14 dicembre, alle ore 10 nell’aula magna dell’Ipsia-Iti G. Mazzone” di Cariati si terrà il seminario di presentazione del Polo tecnico professionale “Sybaris e Laos”. L’istituto superiore cariatese è partner del polo e, nel contempo, organizzatrice di una serie di attività formative rivolte agli allievi dell’indirizzo alberghiero, ai giovani disoccupati del territorio e a coloro che operano nei settori dell’accoglienza turistica e dell’enogastronomia. Il referente dell’Ipsia-Iti, Antonio Caruso, precisa che da gennaio 2015 prenderanno il via i corsi di formazione finalizzati a favorire l’occupazione giovanile e la competitività nella filiera del turismo e dell’agribusiness. Dopo i saluti del dirigente scolastico Giuseppe Lupinacci, interverranno il dottore Paolo Gallo, direttore del Polo Tecnico, il professore Antonio Caruso, l’imprenditrice Filomena Greco per l’azienda Fattorie IGreco, Ranieri Filippelli, rappresentante Gruppo Azione Locale (Gal) Sila Greca, Sigismondo Mangialardi, presidente Circolo Nautico Lucano e l’avvocato Alfonso Cosentino per il villaggio turistico “Vascellero”. I Poli Tecnico-Professionali sono una forma di collaborazione tra gli istituti tecnici, i centri di formazione professionale e le imprese, nati con lo scopo di creare un sistema educativo di istruzione e formazione ad alta specializzazione professionale e tecnologica, integrato con le filiere produttive del territorio. Il Polo vuole essere, quindi, un incontro tra le istanze provenienti dal mercato del lavoro e lo sviluppo di una cultura dell’accoglienza in una zona, la nostra, che dovrebbe vivere solo di turismo. “Sybaris e Laos” è un progetto curato dall’archeologo Paolo Gallo, che punta a costruire un accordo territoriale per la valorizzazione dei beni culturali e del turismo, attraverso una rete di collaborazione tra gli attori della formazione e dell’imprenditoria facenti parte della sibaritide, dall’alto Ionio fino a Cariati.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta