Discarica, il sindaco di Calopezzati chiarisce la propria posizione

Per garantire la salute pubblica il Primo cittadino ha autorizzato il deposito temporaneo in superficie e un telo impermeabile in una discarica dismessa del Comune Dopo la denuncia nei confronti del sindaco di Calopezzati, Franco Cesare Mangone, per aver depositato i rifiuti solidi urbani in un’area priva di misure volte a prevenire le contaminazioni del suolo, lo stesso Primo cittadino calopezzatese, intende chiarire la propria posizione. Con la tranquillità e la schiettezza che lo caratterizza il sindaco Mangone ha messo in risalto che il suo è stato un intervento finalizzato a garantire la salute pubblica. Ha spiegato a chiare lettere di aver autorizzato <>. Mangone, inoltre, ha evidenziato che tale discarica non è stata <>. Il sindaco ha messo in luce che la comunità che amministra da quattro anni è <>. Ha spiegato che è <>. Dunque, <>. Il sindaco, considerate le conseguenze della sua scelta di depositare, in via temporanea, i rifiuti nella vecchia discarica, ha commentato la vicenda con l’amaro in bocca. Al contempo, però si è posto e pone un interrogativo: <>. Franco Mangone crede nell’azione amministrativa. <>. D’altronde Mangone è un amministratore che lavora quotidianamente <>. A suo giudizio <>, ha commentato lo stesso Mangone, <<è chiamato ogni giorno a fare delle scelte. E in alcuni momenti ci sono decisioni da prendere nell’immediatezza, pur sapendo di camminare sul “filo del rasoio”>>. Il sindaco Mangone ha concluso mettendo in risalto che <>. Il suo auspicio è che l’attuale Governatore della Regione, Mario Oliverio <>.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta