CORIGLIANO, OGGI DELEGAZIONE CINESE AL PORTO

Vi sono tutti i presupposti perché possa nascere, svilupparsi e consolidarsi un rapporto proficuo tra il Porto di Corigliano e l’importante realtà portuale cinese della YINGKOU PORT GROUP CORPORATION. Si tratta di un ulteriore tassello, voluto dalla Regione Calabria e dall’Autorità Portuale di Gioia Tauro con il coinvolgimento dei due porti ionici di Corigliano e Crotone e che va nella direzione di rendere effettivamente produttiva e strategicamente collegata col resto del mondo la rete portuale della penisola calabrese. È quanto dichiara Giovanni DIMA, sottosegretario alla protezione civile della Regione Calabria, esprimendo soddisfazione per l’accordo di gemellaggio sottoscritto giovedì 19 a Crotone tra le due realtà portuali italiana e cinese ed in vista dell’importante visita della delegazione cinese, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni locali e provinciali, OGGI, DOMENICA 22, ALLE ORE 9.30, presso la Stazione Marittima dell’Autorità Portuale di Corigliano. I rappresentanti della Yingkou Port Group Corporation – continua DIMA – potranno verificare direttamente quanto può offrire il Porto di Corigliano Calabro nella cornice di una maggiore competitività reciproca attraverso nuovi traffici da promuovere o da rafforzare. Al Porto di Corigliano, parteciperanno, tra gli altri, il vice presidente delle autorità portuale di Yingkou, Provincia di Liaoning, il vice direttore generale del Yingkou Port Group Corp, il direttore del Yingkou NewPort Contaier Railway LogisticC, il manager del Ningbo YingPort Internarional Logistic Co, il vice capo economista e il vice direttore generale del dipartimento commerciale del Yingkou Port Group Corp, il direttore generale dello Zhonghailong Petroleum, il presidente e il direttore generale di EBPC (European Buisiness Promotion Center). In base all’accordo di gemellaggio tra l’autorità portuale italiana di Gioia Tauro (Porto di Crotone e di Corigliano Calabro) e la Yingkou Port Group Corporation della Repubblica Popolare Cinese, le due parti si impegnano fermamente nello sviluppo delle campagne promozionali in favore dei relativi porti e delle relative aree portuali commerciali; coopereranno al fine di sviluppare attività di logistica, tecnologia industriale, ambientale, delle fonti rinnovabili e delle materie prime; scambieranno informazioni di mercato circa lo sviluppo dei servizi inerenti il potenziale mercato commerciale dei relativi porti; manterranno contatti stretti in merito alla cooperazione e all’avvio di nuovi scambi commerciali; manterranno contatti stretti in merito alla possibile discussione bilaterale per la soluzione di problemi in mutuo beneficio; manterranno specifici programmi delle visite e delle comunicazioni regolarmente concordati gli uni con gli altri. (Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta