Controlli serrati dei carabinieri su Mirto-Crosia per la repressione dei reati predatori.

Nell’ambito di una serie servizi di controllo del territorio, svolti negli ultimi due giorni i Carabinieri di Mirto-Crosia hanno deferito in stato seguito di libertà 5 persone, sequestrato 7 dosi di marijuana e 30 kg di rame oggetto di furto. In particolare, nella giornata di ieri, sul lungomare di Mirto, una pattuglia della locale Stazione sorprendeva due giovani ventenni, uno di nazionalità rumena ed uno originario di Cariati, all’interno della propria autovettura in atteggiamento sospetto. Immediato il controllo e il rinvenimento di 7 dosi di marijuana. I due giovani, uno dei quali si rifiutava di sottoporsi agli accertamenti tossicologici, venivano deferiti in stato di libertà per reati inerenti le sostanze stupefacenti. Nella medesima giornata, a Mirto venivano denunciate nr 3 persone di nazionalità rumena B.R. cl. ‘96, B.F. cl. ’70 e B.N. cl. ’66, per il reato di furto di energia elettrica, nell’ambito di un servizio coordinato eseguito di concerto ad ispettori verificatori dell’ENEL. I soggetti locatari di un’abitazione si erano allacciati alla rete elettrica abusivamente. Infine nella nottata di due giorni fà, i Carabinieri in perlustrazione notavano che era appena avvenuto un furto di mt 500 circa di cavo elettrificato di proprietà della Telecom Italia S.p.A., lungo la linea telefonica posta nell’agro di Mirto. Le immediate ricerche consentivano di individuare i due autori, che però al sopraggiungere dei militari si davano alla fuga, dileguandosi nelle campagne buie. Sul posto venivano recuperati 30 kg di rame appena estratto dai cavi, raccolti in 19 matasse.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta