COMMEMORAZIONE DEL CENTENARIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

L’International Maritime Organization (IMO), in accordo con l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO), ha richiesto al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto di aderire alle iniziative in atto al fine di commemorare l’episodio che ha dato il via alla Prima Guerra Mondiale. In particolare oggi 28 giugno, è stato proposto che tutte le navi ormeggiate nei porti vengano autorizzate dalle Capitanerie di porto competenti ad emettere un suono di sirena per commemorare il centenario della Prima Guerra Mondiale. Anche la Capitaneria di porto di Crotone ha aderito a questa iniziativa, ed oggi, le navi ormeggiate nel porto di Crotone emetteranno un suono di sirena per circa 30 secondi e precisamente alle ore 19.00, ovvero alla stessa ora in cui nel 1914 fu sparato il primo colpo che segno l’inizio del conflitto. 100 anni giusti dal giorno che diede davvero il via al Ventesimo secolo: l’attentato di Sarajevo dove venne ucciso Francesco Ferdinando d’Asburgo-Este, erede al trono asburgico, un atto di dichiarazione di guerra dell’Impero austro-ungarico al Regno di Serbia che si concluse solo oltre quattro anni dopo, ovvero l’11 novembre 1918. Alla prima Guerra mondiale, che ha segnato profondamente la storia sociale, politica, economica e culturale del mondo e del nostro Paese, hanno partecipato oltre 70 milioni di uomini, mobilitati da tutto il mondo (60 milioni solo in Europa), di cui oltre 9 milioni caduti sui campi di battaglia e registrati anche 7 milioni di vittime civili circa, non solo per i diretti effetti delle operazioni di guerra ma anche per le conseguenti carestie ed epidemie.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta