CITTÀ PULITA,CONTINUANO CONFERIMENTI A BUCITA

ROSSANO (Cs) Venerdì, 1 Febbraio 2013 – Operazione città pulita, secondo giorno. Nonostante gli sforzi messi in campo dal Sindaco ANTONIOTTI non è ancora purtroppo possibile svuotare la Città dall’imbarazzo dei cumuli di rifiuti per strada. Tant’è che pur scaricando nell’impianto la metà dell’intero quantitativo giornaliero indicato dall’Ufficio del commissario per gli oltre 30 comuni autorizzati, Rossano non riesce ad essere ancora completamente ripulita. Entrano in gioco la sproporzione demografica e soprattutto la criticità ambientale accumulate rispetto agli altri comuni del territorio. Intanto stamani (VENERDÌ 1 FEBBRAIO) si è proceduto all’ennesimo conferimento, a Bucita, di oltre 100 tonnellate di spazzatura raccolta dalle strade. L’obiettivo è però quello: riportare la normalità. Il Primo Cittadino, accompagnato dall’assessore all’ambiente Giuseppe SIFONETTI, da diversi consiglieri comunali e dai responsabili del corpo di Polizia Municipale, ha assistito di persona, ancora oggi, alle operazioni di conferimento di camion e compattatori della società ECOROSS Srl che gestisce il servizio di nettezza urbana, a garanzia del rispetto dell’ordinanza. L’imperativo categorico – dichiara il Sindaco – resta quello di far rispettare, senza se e senza ma, l’ordinanza del 30 gennaio scorso. La mia città deve essere sgombra dai rifiuti da qui ai prossimi giorni. Se sarà necessario emetterò un’ulteriore ordinanza di requisizione della discarica Bieco srl. Al momento sono stati conferiti, tra ieri e oggi, all’incirca 150 tonnellate di rifiuti; solo un terzo di quelli ancora presenti all’interno della perimetrazione comunale. Sia chiaro a tutti, al Commissario in primis, che sulle questioni igienico-sanitarie, di prerogativa del sindaco, come massima autorità sanitaria, deciderò senza attese o rinvii, nel rispetto della legge ed a tutela dell’interesse generale. Se l’emergenza dovesse poi continuare a persistere, senza alcuna chiara soluzione atta a garantire il regolare conferimento dei rifiuti della mia comunità – scandisce ANTONIOTTI – non esiterò ad emettere il provvedimento di chiusura dell’intero impianto. Abbiamo già perso troppo tempo. Domani SABATO, 2 FEBBRAIO – ha inoltre annunciato l’assessore SIFONETTI, dopo un incontro operativo avuto con il sindaco e i dirigenti della Polizia municipale proprio presso l’impianto di Bucita – saranno abbancate altre 100 tonnellate di spazzatura. Ed avranno la priorità su tutti. Se tale quantitativo non dovesse essere sufficiente a sgombrare le strade non è da escludere che Il Primo Cittadino possa emettere nuova ordinanza. Nel frattempo Rossano, dall’inizio dell’operazione città pulita, ha smaltito circa 150 tonnellate di scarti nella stazione di trattamento di Ecologia Oggi, una parte di questi stoccati nella buca di Bieco altri, invece, destinati in Puglia. Grazie al dispositivo emesso dal Sindaco ANTONIOTTI, di riflesso, anche la vicina CORIGLIANO, in questi due giorni, ha potuto conferire 140 tonnellate di Rsu, alleggerendo, e non poco, la fase di criticità ambientale. Inoltre, sempre stamani, nel rispetto di un principio di equilibrio e responsabilità al quale, nonostante la gravissima emergenza, Rossano continua comunque a sentirsi e dimostrarsi vincolata, nella stazione di trattamento rifiuti solidi urbani di Bucita hanno potuto scaricare anche i comuni di CARIATI (12 tonnellate), SAN GIORGIO ALBANESE (6 tonnellate), VACCARIZZO (3 tonnellate), CROPALATI (2,5 tonnellate), CORIGLIANO (83 tonnellate) e CASTROVILLARI (15 tonnellate)

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta