CIRÒ, NO ALLO SCIOGLIMENTO DEL COMUNE SOLO SULLA BASE DI SOSPETTI

DICHIARAZIONE STAMPA: – “Le ipotesi di reato contestate agli indagati sono gravissime. Al fine della tutela del decoro e dell’onorabilità del nostro Ente Comunale, ed avendo piena fiducia nella Magistratura, spero che tale vicenda si concluda velocemente nei migliori dei modi e che l’opera pubblica venga finalmente consegnata ai cariatesi. Questa brutta e torbida vicenda, non fa altro che continuare inesorabilmente a dimostrare che l’arroganza, le bugie, la presunzione, i “deliri di onnipotenza non pagano” e che questa maggioranza comunale, così come la precedente, non è mai stata in grado di amministrare la nostra cittadina con diligenza e trasparenza. Essa ancora una volta ha dimostrato di non sapere esercitare le proprie funzioni di indirizzo, programmazione e di controllo politico-amministrativo. Non riesco a capacitarmi di come sia possibile che i lavori di riqualificazione di “Palazzo Chiriaci”, sebbene dichiarati ultimati e verificati, tanto da vedere saldata e liquidata nello scorso settembre l’ultima parte del finanziamento ottenuto, secondo gli inquirenti e gli uomini dell’arma, invece, nella realtà erano ancora da compiere. È necessario spiegare il perché a Cariati il 90% delle opere pubbliche finanziate nel corso di questi anni risulta, ad oggi e nella realtà, in forte ritardo di realizzazione, oppure non completata o ancora non fruibile. Che fine hanno fatto i tanti e cospicui fondi a destinazione vincolata utilizzati in bilancio e mai più rimpinguati nello stesso??? Che fine ha fatto l’enorme mole di finanziamenti pubblici giunti, nel corso di questi anni, nelle casse comunali e finalizzati alla realizzazione di tante opere pubbliche, ancora non adoperabili, utili allo sviluppo della nostra cittadina??? Quale fine hanno fatto i tanti milioni di euro pagati dai cariatesi alla SOGEFIL per i tributi locali, mai rendicontati e mai giunti nelle casse comunali???? Un dato, però, è ormai certo a tutta la cittadinanza, questa Amministrazione Comunale sta arrecando solo danni alla nostra cittadina!!! Per tale motivo essa “prima toglie il disturbo da Palazzo Veneri” e meglio è per Cariati e i suoi cittadini. Ad ogni modo, al di là degli importanti risvolti penali ed amministrativi che ne potranno scaturire, per colpa di questa maggioranza comunale, è stato creato un ulteriore grave danno d’immagine alla nostra cittadina che, non merita questa mortificazione e questa cattiva amministrazione. I cittadini, ad oggi, sono stati gli unici a pagare l’esoso prezzo di questa inefficiente e non più tollerabile gestione comunale da “bancarotta”, sia in termini di mancati servizi offerti e sia nell’ingiustificato aumento di tutti i tributi locali”. IL CAPOGRUPPO CONSILIARE U.D.C .

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta