Cariati: lo stancante ping pong dei rifiuti e la caccia al tesoro!  

Ormai va avanti da qualche mese un intrigante gioco che vede protagonisti, ahimè, i cariatesi. Si tratta del ping pong, nota disciplina sportiva olimpica, che si sviluppa attorno al classico rettangolo verde. 

 

Purtroppo, i cariatesi ne sono attivamente parte in causa da diversi mesi. E a essi si sono aggiunti nelle ultime settimane i villeggianti, che mai avrebbero pensato di scendere in campo, seppure non si dimostrino particolarmente assidui. 

 

E, allora, cosa succede. Semplice. Presto detto. Ogni sera, secondo il calendario prestabilito dall’Amministrazione comunale, ogni cittadino deposita per il ritiro i rifiuti fuori dalla propria abitazione. 

 

Tutto doverosamente circoscritto ai contenitori, rigorosamente ben chiusi. Succede, invece, che il mattino seguente tutto resta come la sera precedente. Nessuno che è passato a ritirarli. 

 

Che si fa? Si riprendono con tanta pazienza e si rimettono nuovamente all’interno. Sperando che la prossima volta si avrà più successo. Il ping pong va avanti da tempo, senza che nessuno fornisca delle spiegazioni credibili, cosa che sarebbe necessaria anche per capire cosa stia accadendo e quali problemi ci sono. 

 

C’è da soffermarsi, dunque, su un piccolo aspetto. Una parte di cariatesi sta diventando con particolare dedizione un provetto pongista, sperando che tutto prima o poi finisca, anche perché con il trascorrere del tempo la quantità di rifiuti aumenta a vista d’occhio e si fa tanta fatica a conservarli. 

 

Nel frattempo, invece, i villeggianti una volta posto fuori i rifiuti non li rientrano se nessuno passa a ritirarli, anche perché non hanno alcuna intenzione di diventare degli esperti professionisti del ping pong. D’altronde, i villeggianti sono impegnati in un altro interessante gioco: la caccia a tesoro, tipico passatempo estivo. 

 

Infatti, gli operatori ecologici non addentrandosi – non si sa per quale motivo – nelle traverse interne di viali e parchi, costringono i villeggianti alla continua ricerca dell’angolo perfetto e visibile, affinché i rifiuti si spera siano ritirati. 

 

Ecco i due giochi che a Cariati vanno per la maggiore il ping pong e la caccia a tesoro. La speranza, bando agli scherzi, è che il boom estivo, prossimo a manifestarsi a Cariati, non faccia esplodere la moda di qualche altro sport, rischiando, altresì, che qualcuno manifesti il proprio disagio in altro modo. 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta