CARIATI. GIORNATA MEMORIA/INDIFFERENZA MALE DA COMBATTERE

GRECO:OGNI GIORNO, CONTRO ODIO E DISCRIMINAZIONE

ERAVAMO SOLO NUMERI/GIOVEDÌ 31 SECONDA GIORNATA

 CARIATI (cs), Mercoledì 30 Gennaio 2019 – Giornata della Memoria/ricordare i crimini dell’Olocausto significa assumersi la responsabilità di combattere ogni giorno contro il male dell’indifferenza, che ieri come oggi, può renderci complici di fenomeni di odio, di razzismo e di discriminazione. Dobbiamo e possiamo essere liberi di dire NO ad ogni forma di sopruso; SÌ al rispetto e alla tolleranza del nostro prossimo. Voltare la faccia dall’altra parte e far finta di non sapere, per esempio, che si verificano casi di bullismo nelle nostre scuole, significa partecipare indirettamente a questi fenomeni. Impediamolo.  

È quanto ha dichiarato il Sindaco Filomena GRECO intervenendo oggi (mercoledì 30) nel corso del partecipato evento ERAVAMO SOLO NUMERI, rivolto alle scuole superiori cittadine ed ospitato nel teatro comunale. L’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale si concluderà domani GIOVEDÌ 31 GENNAIO con gli studenti delle scuole medie e delle classi quinte delle elementari. Il Sindaco coglie l’occasione per ringraziare i docenti per la capacità di coinvolgimento e sensibilizzazione degli studenti.

Coordinati da Eugenio FORTINO, sono intervenuti anche Don Angelo PISANI, il prof. VERRINA referente dell’ITI_IPSEOA, il criminologo Giuseppe BRUNO e Concetta COSENTINO, docente del Liceo Scientifico PATRIZI.   

Dalle suggestive note de LA CANZONE DEL BAMBINO NEL VENTO intonata dagli studenti con Don Mosè CARIATI, alla proiezione del film animato LA STELLA DI ANDRA E TATI, l’emozionante storia delle sorelle BUCCI, ebree italiane di FIUME, deportate nel campo di concentramento di AUSCHWITZ e sopravvissute perché considerate gemelle e quindi destinate agli esperimenti di eugenetica. Sono, questi, alcuni dei momenti che hanno visto alternarsi sul palco del teatro gli interventi dei docenti, dei rappresentanti del mondo della Chiesa e gli studenti dei vari istituti per portare il proprio contributo attraverso riflessioni, canti e poesie inedite, frutto dello studio e della ricerca che ha anticipato l’appuntamento culturale. 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta