Cariati: Caro Sindaco … 

Sarei dell’avviso che lei ritornasse sui suoi passi …

Caro Sindaco, 

leggo sulle cronache cariatesi della recente delibera della giunta comunale: centrata sulla tutela, immagine, onorabilità e reputazione dell’amministrazione comunale. Confesso che tutto ciò mi meraviglia non comprendendo le motivazioni all’origine del provvedimento amministrativo.

Posso solo immaginare per quanto leggo sul social – che va per la maggiore – e per quanto anch’io subisco molto spesso sulla mia persona ai margini delle mie note su cariatiNet.it. Si sa che ricoprire un ruolo di amministratore pubblico comporta affrontare problemi di tutti i tipi e tra questi c’è anche il dover subire accuse che si possono ritenere ingiuste e forti, ma in tali circostanze le regole nazionali già la fanno da padrone. 

Purtroppo, si è esposti alle valutazioni e riflessioni dell’opinione pubblica, formata da persone dalle più svariate personalità e mosse da interessi di tutti i tipi. Ormai nella nostra società il confronto, e  lo scontro, sui social network rischia di prendere a volte delle brutte e inarrestabili pieghe. Si tratta di un fiume inarrestabile. 

Ma dedicare ad esso uno specifico provvedimento di giunta comunale mi sa che è davvero troppo e fa troppo rumore. Specialmente in un contesto nel quale il confronto, seppure duro, rappresenta l’anima della vita democratica di una comunità. Non ci è consentito, infatti, di recedere da questo principio. La libertà di espressione, insieme alla libertà di essere informati, è il termometro della salute democratica di un Paese. 

D’altro campo se ogni Primo cittadino dovesse pensare di adottare un provvedimento simile rappresenterebbe la fine della democrazia e di conseguenza anche un appesantimento del lavoro da parte degli uffici legali dei Comuni. Non so se le ho reso l’idea e le mie personali perplessità su quanto deciso. Sarei, pertanto, dell’avviso che lei ritornasse sui suoi passi o mettesse in stato “dormiente” la delibera. Spero vivamente di aver toccato con queste mie brevi parole la sua sensibilità. 

Con i miei migliori saluti 

nicola campoli 

Print Friendly, PDF & Email

Views: 4

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta