CAPUTO: LOIERO NON SI RENDE CONTO

CAPUTO: LOIERO NON SI RENDE CONTO NEGLI OSPEDALI, LA FOTOGRAFIA DEL DISASTRO CAPUTO CON SALERNO NEI PRESIDI DELLA SIBARITIDE DICHIARAZIONE ON. GIUSEPPE CAPUTO ROSSANO, Martedì 3 Agosto 2010 – Nessuno ha mai dubitato, in Calabria ma anche fuori dai confini regionali, del fallimento complessivo prodotto dal Centro Sinistra targato LOIERO in questa regione negli ultimi 5 anni. Ma è soprattutto girando per gli ospedali delle 5 province, ascoltando medici infermieri personale e pazienti, così come sta facendo anche in queste ore nella Sibaritide e nel basso ionio, la Terza Commissione Sanità presieduta dal collega SALERNO, che la fotografia del disastro irresponsabilmente aggravato negli ultimi 5 anni, assume contorni drammatici e penosi al tempo stesso. E’ girando per questi ospedali, emblema di una sanità clientelare inefficiente ed inutilmente moltiplicata in presidi e reparti fotocopia, lasciata in uno stato comatoso in momenti nei quali sarebbe stato invece possibile avviare una inversione di tendenza, che si tocca con mano il vero motivo della bocciatura sonora di LOIERO alle ultime regionali. Ed è proprio per questo motivo che suonano ancora più incomprensibili ed intollerabili le continue impennate retoriche ed autoreferenziali dell’ex Presidente, come l’ultima sciagurata uscita dei giorni scorsi, una volta appreso del commissariamento della sanità regionale da parte del Ministro TREMONTI. Altro che “bocciatura del nuovo corso”! Altro che “commissariamento del commissario”! L’ex Governatore LOIERO – ecco perché ritorno sull’argomento – a questo punto deve avere qualche problema più serio, per non accorgersi, a 4 mesi dalla batosta elettorale motivata, anche e soprattutto dall’avere, egli, trasformato la sanità in una mediocre riserva di caccia al voto ed in una palestra di clientele feudali, della emergenza più che straordinaria lasciata in eredità al Presidente SCOPELLITI ed alla sua maggioranza. A noi, quest’emergenza e le rovine prodotte in un settore nevralgico, a partire dalla costosissima emigrazione sanitaria, sono oggi sotto gli occhi, ospedale dopo ospedale, territorio dopo territorio, così come l’esigenza generale di tutti i calabresi di vedere presto rivoluzionata, non soltanto la fruizione concreta di servizi sanitari finalmente di qualità, ma lo stesso approccio culturale del cittadino alla sanità, come diritto e non come favore. Questa è la nostra sfida. LOIERO non si rende conto forse che è su questa sfida che ha miseramente fallito ed ha segnato un punto di non ritorno. Ecco perché farebbe bene, in futuro, ad astenersi da commenti e analisi, che denotano solo faccia tosta, reiterata irresponsabilità ed incapacità di prendere atto della fine di un’epoca. La sua. Vada quindi avanti il Presidente SCOPELLITI nella complessa e coraggiosa azione di riorganizzazione della sanità e di ammodernamento generale della Calabria, nella consapevolezza che la stragrande maggioranza dei calabresi è con lui, convinta che si possa davvero e finalmente cambiare pagina per questa regione.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta