CALCIO: Il Cariati Vince e convince. Eurogoal di Cristaldi e Ferrentino.

Cariati 2 – San Fili 1 Marcatori : 3’ Cristaldi, 47’ Cristaro, 4’ Ferrentino Cariati : Varriale 6, Fazio 5, Bombarola 6, De Giacomo 7, Ioele 6, Scarpello 7, Labonia 6 ( 80’ Pugliese 6), Ferrentino 8, Cristaldi 7,5 ( Campana 7), Torchia 7 (46’ Sifonetti 7), Montero 5. All: Vincenzo Filareti. San Fili : Lorè 7, De Cicco 5, Pasqua 7, Rossi 6, Rocca 5, Gallo 5, Prete R.6, Burgo s.v. (8’ Cistaro 7), Schiavello 7, Repoli 6 (70’ Muraca 5), Salerno 5 ( 46’Prete A 5). All: Strages Lorenzo Arbitro : Viapiana Felipe di Catanzaro 7. Collaboratori: Leonardo e Giorgioni di Catanzaro. Il Cariati Calcio, aggressivo e volitivo, liquida l’imbattuta compagine del San fili ed esce dallo stadio comunale tra gli applausi convinti dei tifosi che hanno apprezzato una squadra maschia, che ha puntato sul sodo colpendo nei momenti giusti con due eurogol: il primo su azione personale di Jonathan Cristaldi che, dopo aver dribblato ben due avversari infilza imparabilmente l’estremo difensore Lorè con un bolide a fil di palo. Una rete per tempo, dunque, e per il malcapitato San Fili, giovane formazione ordinata ma ancora in cerca di maggiore condizione, è stata notte fonda. Organizzazione, aggressività e soprattutto qualità nei settori chiave del campo .Forse al Cariati è mancato un po’ di cinismo, ma non si può pretendere tutto subito ad inizio di campionato. Il Cariati parte subito all’arrembaggio e già al terzo minuto sblocca il risultato con un’incontenibile azione personale di Jonathan Cristaldi che dopo aver dribblato ben due avversari fa secco il portiere ospite Lorè con un bolide imparabile. Dieci minuti dopo è ancora l’incontenibile Cristaldi che sfiora il raddoppio mandando a stampare il pallone sulla traversa. La ripresa vede subito la compagine ospite in attacco alla ricerca del pari che puntualmente consegue al 47’ con Cistaro. Il Cariati non ci sta e si porta subito in avanti alla ricerca del gol-vittoria che giunge al 64’ con balistica punizione di Ferrentino a suggello di una prestazione nella quale ha continuamente galvanizzato ed incitato i suoi compagni. La sua stessa rete riassume plasticamente il senso della prestazione del centrocampista biancazzurro e di tutta la squadra. “Vittoria del cuore e della voglia di reagire”, ha definito questa seconda consecutiva vittoria stagionale il presidente Sabatino tosto ed a firmare i due gol vincenti non potevano che essere l’estroso attaccante Cristaldi ed il centrocampista Massimo Ferretino, il migliore dei 22 in campo, a suggello di prestazioni nelle quali hanno continuamente galvanizzato ed incitato i loro compagni. Il Cariati del tecnico Vincenzo Filareti, sostenuto dall’esperienza del libero Aldo Scarpello, la verve di De Giacomo e Torchia, le geometrie e l’impareggiabile regia di Massimo Ferrentino nonché la robustezza della retroguardia, impernita su Scarpello e Ioele domina e sfiora altre reti prima con Campana ed in più occasioni con il cecchino Santino Labonia, vera spina nella retroguardia avversaria. Al San Fili, invece, restano i dubbi sulla competitività della rosa, alquanto giovane e priva di un’adeguata esperienza. Il Cariati, rispetto al San Fili, ha espresso un calcio più sbrigativo, meno pensato, meno elaborato, ma abbastanza manovriero ed efficace. La sua azione parte da una difesa compatta e pronta a scattare sugli esterni sia Labonia che Montero che in diverse occasioni hanno messo in serie difficoltà la retroguardia avversaria. L’euforia a fine gara è tanta nell’ambiente del cariati per aver dato continuità al successo esterno di domenica scorsa ai danni del Garibaldina. ”Ora, però, non pensiamo alla classifica e non dobbiamo fare voli pindarici, sostiene mister Filareti, bisogna solo continuare a lavorare sodo ed a concentrarci gara dopo gara. Possono sembrare frasi di circostanza,conclude mister Filareti, ma è la sacrosanta verità”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta