Calabria: Incremento delle richiesta di nullità per grave difetto di discrezione di giudizio circa i diritti ed i doveri matrimoniali.

Cresce nel corso del 2013 il numero delle cause ammesse al Tribunale ecclesiastico regionale della Calabria. Durante lo corso anno sono state 166 le nuove cause aperte, sei in più rispetto al 2012. Di queste ne sono state decise 128. Sono questi alcuni dei dati forniti dal Vicario giudiziale del tribunale ecclesiastico della Calabria, Monsignore Francesco Oliva, nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario svoltosi alla presenza dei Vescovi calabresi presso il seminario di Reggio Calabria. Sui ‘capi di nullità’ dei matrimoni Monsignore Oliva ha evidenziato il progressivo incremento delle richiesta di nullità per grave difetto di discrezione di giudizio circa i diritti ed i doveri matrimoniali e per l’incapacità per cause psichiche ad assumere gli obblighi essenziali del matrimonio. A seguire vi è il classico capo della simulazione per esclusione dell’indissolubilità (28 casi) e della prole (18 casi). Sull’esito delle 128 cause decise 111 sono state decise affermativamente con la dichiarazione di nullità e 17 negativamente.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta