Avviso Pubblico di Concorso per la concessione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione LEGGE 431/98 – SCADENZA: 27/Febbraio/2015

COMUNE DI CARIATI PROVINCIA DI COSENZA AREA COMUNICAZIONE E RELAZIONI CON IL PUBBLICO U.R.P. – Cultura – Assistenza – Pubblica Istruzione – Turismo –Sport Avviso Pubblico di Concorso per la concessione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione LEGGE 431/98 – Fondo Nazionale Per Il Sostegno All’accesso alle Abitazioni In Locazione ANNO 2015 Ai sensi dell’art. 11 della Legge 9.12.1998 n. 431 e della Deliberazione di Giunta della Regione Calabria n. 206 del 27 marzo 2006 è indetto un Bando di Concorso Pubblico per la concessione di contributi integrativi ai conduttori, per il pagamento dei canoni di locazione dovuti ai proprietari degli immobili adibiti ad uso abitativo per l’anno 2013. Confluiscono sul Fondo regionale per la locazione risorse statali, risorse regionali e risorse comunali. 1. DESTINATARI E REQUISITI Sono ammessi all’erogazione dei contributi i soggetti che alla data della presentazione della domanda sono in possesso dei seguenti requisiti, che vengono valutati con riferimento al nucleo familiare così come determinato dal D.Lgs. n. 109/98, modificato dal D.Lgs. n. 130/2000, dal DPCM n. 221/1999 e dal DPCM n. 242/2001, tranne il requisito di cui al punto C (Titolarità di contratto e assenza rapporti di parentela per un alloggio ad uso abitativo, che si riferisce al soggetto richiedente il contributo). A) Cittadinanza A.1) Cittadinanza italiana oppure A.2) Cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea oppure A.3) Cittadinanza di uno Stato non appartenente all’Unione europea per gli stranieri che siano muniti di permesso di soggiorno o carta di soggiorno ai sensi del D.Lgs.286/98, così come modificato dalla Legge 30/07/2002. n. 189. inpossesso di residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella medesima regione per come previsto dal D.L. 112 del 25/06/08, art. 11, comma 13, convertito con legge n. 133 del 06/08/08. B) Residenza Residenza anagrafica nel Comune di CARIATI alla data di presentazione della domanda, nonché nell’alloggio oggetto del contratto di locazione. C) Titolarità di contratto per un alloggio ad uso abitativo e assenza rapporti di parentela C.1) Titolarità di un contratto di locazione ad uso abitativo, per un alloggio sito nel Comune di CARIATI, stipulato ai sensi dell’ordinamento vigente al momento della stipulazione, regolarmente registrato presso l’Ufficio delle Entrate. C.2.)Assenza di rapporti di parentela o di affinità entro il secondo grado tra conduttore ed il locatore D) Assenza di assegnazioni di alloggi pubblici D.1) non essere assegnatario di un alloggio d’Edilizia Residenziale Pubblica a canone sociale; D.2) non essere assegnatario di un alloggio comunale. E) Titolarità di diritti reali su alloggi Il nucleo richiedente non deve essere titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio situato in ambito provinciale. Le seguenti condizioni non sono causa d’esclusione dal contributo: – titolarità di un diritto reale di “nuda proprietà”; – titolarità di una quota su un alloggio non superiore al 50%; – titolarità di una quota su più alloggi purché le quote, prese singolarmente, non siano superiori al 50%; – alloggio accatastato presso l’Ufficio Tecnico Erariale come inagibile oppure in presenza di un provvedimento del Sindaco che dichiari l’inagibilità oppure l’inabitabilità dell’alloggio. F) Situazione economica F.1) Valore ISE (Indicatore della Situazione Economica ), Valore ISEE ( Indicatore della Situazione Economica Equivalente) ed incidenza del canone d’affitto annuo, al netto degli oneri accessori, sul valore ISE rientranti entro i valori di seguito indicati: FASCIA VALORE ISE EURO VALORE ISEE EURO INCIDENZA CANONE ANNUO SUL VALORE ISE FASCIA A Fino a 13.035.88 Non inferiore al 14% FASCIA B Da 12.177.10 a 17.000,00 Fino a 15.000,00 Non inferiore al 24% Il valore ISEE indicato nella tabella ai soli fini della collocazione nella fascia B, è diminuito del 30% in presenza di uno dei seguenti requisiti: – presenza di un solo reddito derivante da solo lavoro dipendente o da pensione; – presenza di uno o più redditi da sola pensione e presenza di almeno un componente d’età superiore a 65 anni. Tali condizioni non sono tra loro cumulabili. F.2) Patrimonio mobiliare del nucleo familiare non superiore ad Euro 25.000,00 al lordo della franchigia prevista dal D.Lgs. n. 109/98 e successive modifiche ed integrazioni I requisiti relativi alla situazione economica di cui alla lettera F) sono desunti da valida attestazione ISEE rilasciata dall’INPS. 2. ATTESTAZIONE ISE / ISEE DOCUMENTAZIONI SOSTITUTIVE UNICHE Ai sensi del D.lgs. n. 109/98 e s.m.i., l’attestazione ISE/ISEE rilasciata dalla banca dati INPS, valevole per questo Bando di Concorso, viene calcolata con redditi complessivi, dichiarati ai fini IRPEF, contenuti nella dichiarazione dei redditi anno 2014 presentata (Mod. 730 o Modello Unico), oppure quello percepito nell’anno 2013 indicato nell’ultima certificazione (Mod. CUD) qualora non sia stata presentata dichiarazione dei redditi. Pertanto coloro che risultano in possesso di attestazione ISE/ISEE ancora in corso di validità calcolata con i redditi relativi all’anno 2013 potranno utilizzarla ai fini della presentazione della domanda a valere sul presente bando di concorso. Non sono efficaci: a. eventuali nuove dichiarazioni sostitutive, in seguito alla scadenza della validità annuale della precedente dichiarazione, presentate posteriormente al termine di chiusura del bando comunale. b. eventuali nuove dichiarazioni sostitutive, in seguito a mutamenti nelle condizioni familiari e economiche, presentate posteriormente al termine di chiusura del bando comunale. Per quanto riguarda le persone che risultano a carico fiscale, ai fini IRPEF, di altro soggetto si ricorda che, ai sensi del DPCM del 18.05.2001, devono essere indicate nell’attestazione ISE/ISEE della persona di cui risultano a carico, anche se non presenti nello stato di famiglia anagrafico, poiché residenti altrove. Pertanto, in questi casi, l’attestazione ISE/ISEE da presentare, ai fini dell’erogazione del contributo, è quella della persona/e della quale risultano a carico fiscale. 3. PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La domanda di partecipazione deve essere presentata in forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR 445/00, compilata esclusivamente sui moduli predisposti dal Comune di CARIATI che saranno in distribuzione presso la sede comunale: – AREA COMUNICAZIONE – U.R.P. Piazza F. Friozzi; – Resp. Cataldo Russo, tel. 0983/9402205 email: comune.cariati@asmepec.it; urp.cariati@asmepec.it Il modulo di domanda ed il bando saranno scaricabili anche dal sito Internet del Comune: www.comune.cariati.gov.it La domanda dovrà, PENA L’ESCLUSIONE: Pervenire al protocollo del COMUNE DI CARIATI sito in Piazza R. Trento entro il termine di 60 giorni dalla pubblicazione del presente avviso pubblico. Le domande pervenute dopo la scadenza sopra indicata verranno escluse dal concorso. Al modulo, debitamente sottoscritto, occorre allegare i seguenti documenti: 1. Copia di valido documento di identità del sottoscrittore la domanda; 2. Attestazione ISEE completa di Dichiarazione Sostitutiva Unica riferita ai redditi 2013; 3. Copia Contratto di locazione regolarmente registrato presso l’Ufficio del Registro; 4. Carta o permesso di soggiorno valido del dichiarante e di tutti i componenti il nucleo (per i cittadini non appartenenti all’Unione Europea). 5. Per gli immigrati: autocertificazione di residenza storico da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella medesima regione 4. ENTITA’ DEL CONTRIBUTO Il contributo è calcolato sulla base dell’incidenza del canone annuo 2015, al netto degli oneri accessori, sul valore ISE (Indicatore della Situazione Economica) calcolato ai sensi del D.lgs.109/98 così come modificato dal D.Lgs.n.130/2000: FASCIA Incidenza canone annuo/ISE Entità del contributo FASCIA A non inferiore al 14% Incidenza canone/valore ISE ridotta al 14% per un contributo teorico massimo di 3.100,00 Euro FASCIA B non inferiore al 24% Incidenza canone/valore ISE ridotta al 24% per un contributo teorico massimo di 2.325,00 Euro 5. CANONE DI LOCAZIONE 1. Il canone annuo di locazione, al netto degli oneri accessori, è costituito dalla somma dei canoni di locazione mensili relativi all’anno 2015, anche in seguito a proroga o rinnovo oppure in seguito a stipulazione di un contratto di locazione, anche per un alloggio diverso da quello per il quale è stata presentata la domanda. 2. In caso di proroga, rinnovo o stipula di un nuovo contratto entro i termini di apertura del Bando comunale, il canone annuo sarà determinato dalla somma dei canoni. Le frazioni di mese inferiore a 15 gg. sono escluse dal calcolo del contributo. 6. DECESSO In caso di decesso, il contributo sarà assegnato al soggetto che succede nel rapporto di locazione ai sensi dell’art. 6 della Legge n.392/1978. Qualora non ricorra il caso su indicato e il decesso sia avvenuto posteriormente all’approvazione dell’elenco dei beneficiari, il Comune provvederà al ricalcolo dell’incidenza del canone in base al numero dei mesi di locazione fino all’avvenuto decesso e verserà l’eventuale contributo così ricalcolato ad un erede o agli eredi individuato/i in base alle disposizioni del Codice Civile. In questo caso l’erede o gli eredi dovranno presentare apposita richiesta al Comune di Cariati. 7. CONTROLLI Il richiedente dichiara di essere a conoscenza che verrannno eseguiti controlli diretti ad accertare la veridicità delle informazioni fornite ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/00 e degli artt. 4 comma 2 del D.Lgs. n. 109/98 come modificato dal D.Lgs. n. 130/00, e 6 comma 3 del D.P.C.M. n. 221/99 così come modificato dal D.P.C.M. n. 242/01. Inoltre ai sensi dell’art. 6 della Legge 07.08.1990 nr. 241 e successive modifiche ed integrazioni, il Comune in sede d’istruttoria, può chiedere il rilascio o la rettifica di dichiarazioni o istanze erronee o incomplete e può esperire accertamenti tecnici ed ispezioni ed ordinare esibizioni documentali atte a dimostrare la completezza, la veridicità e la congruità dei dati dichiarati, oltreché finalizzate alla correzione di errori materiali o di modesta entità. 8. ISTRUTTORIA DOMANDE E PROCEDURE DI EROGAZIONE E` di competenza dei Comuni: – predisposizione e pubblicazione del bando comunale; – Istruttoria delle domande e approvazione della graduatoria; – procedere all’istruttoria delle domande ed alla verifica del possesso dei requisiti previsti; – inviare alla Regione Calabria, entro i termini stabiliti, atto amministrativo di approvazione della graduatoria finale dei richiedenti in cui viene espressamente dichiarata e certificata la somma iscritta sul bilancio come risorsa comunale per la erogazione del fondo; – procedere alle verifiche, anche a campione, previste dalle disposizioni legislative in materia di autocertificazioni. In presenza di uno dei seguenti casi: a. somma dei redditi Irpef e Irap pari a zero, fatti salvi i redditi esenti; b. somma dei redditi Irpef e Irap inferiore al canone annuo; c. somma dei redditi Irpef e Irap superiore al 15% rispetto al canone annuo, il Comune, prima dell’erogazione del contributo, dovrà: – verificare l’effettiva situazione economica e sociale del richiedente anche tramite i servizi sociali o altra struttura comunale demandata; – escludere dal beneficio economico, in seguito alla verifica di cui al punto precedente e nel caso di soggetti non assistiti, le domande che presentino situazioni valutate come inattendibili ai fini del sostentamento familiare, fatte salve quelle derivanti da redditi esenti ai fini Irpef; – procedere alle verifiche previste dalle disposizioni legislative in materia di autocertificazioni. 9. FORMAZIONI GRADUATORIE Alla formazione della Graduatoria provvederà l’Ufficio comunale competente secondo la tempistica e le fasi procedurali seguenti: – Il Comune, entro 60 giorni dalla scadenza dell’Avviso, effettuerà l’istruttoria delle domande pervenute formulerà la relativa Graduatoria Provvisoria sulla base di un ordine decrescente dell’incidenza del canone di locazione, al netto degli oneri accessori, sul valore ISE del nucleo familiare anagrafico. (L’incidenza percentuale sarà calcolata con arrotondamento per difetto alla seconda cifra decimale e, nel caso di parità, le domande saranno collocate in Graduatoria in ordine crescente del valore ISE; in caso di ulteriore parità, in ordine decrescente rispetto al numero dei componenti il nucleo familiare). – La Graduatoria Provvisoria dovrà essere affissa all’Albo Pretorio del Comune per dieci giorni consecutivi, per permettere l’inoltro di ricorsi e/o rettifiche. – Nei successivi dieci giorni, l’Ufficio comunale competente esaminerà i ricorsi e le richieste di rettifica, disporrà eventuali verifiche e procederà alla stesura Definitiva della Graduatoria, che sarà pubblicata all’Albo Pretorio e trasmessa alla Regione Calabria per la ripartizione del finanziamento. 10. ALTRE DISPOSIZIONI In caso di risorse finanziarie non sufficienti a coprire l’intero fabbisogno derivante dalle domande valide ammesse nella graduatoria, il Comune si riserva di applicare eventuali riduzioni sulle quote spettanti, secondo le modalità di riparto stabilite dalla Regione Calabria. Pertanto la collocazione in Graduatoria non comporterà, automaticamente, il diritto all’erogazione del contributo riconosciuto. Il richiedente esprime altresì nella domanda il consenso scritto al trattamento dei dati personali, ivi compresi quelli sensibili, ai sensi del D.Lgs.196/2003. Il Comune di CARIATI non assume responsabilità per la dispersione delle domande dipendente da inesatte indicazioni del destinatario da parte del richiedente. CARIATI, lì 29/12/2014 IL RESPONSABILE AREA Cataldo RUSSO

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta