ARRIVA LA STRENNA

In un momento più che difficile per l’economia del nostro Paese arriva l’ennesima stangata per i commercianti cariatesi. Molti di loro, infatti, si sono visti recapitare una notifica dell’ufficio tecnico comunale, con la quale si intima il pagamento della somma relativa alla monetizzazione delle aree adibite a parcheggio, giusta delibera di G.M. 113 del 15/06/2010.

Tutto questo è molto grave e soprattutto ILLEGITTIMO, in quanto Illegittima è la stessa delibera di G.M. 113, infatti in molte sue parti manca dei dovuti presupposti di legge, mentre in altre vi si citano alcuni articoli di legge errati o utilizzati in modo fuorviante.

Tutto ciò è stato portato all’attenzione del consiglio comunale più volte, da parte dei consiglieri di opposizione, senza ottenere nessuna risposta concreta. Successivamente in una interrogazione scritta indirizzata al Sindaco e all’assessore competente da parte mia, quale consigliere di opposizione, chiedevo le dovute delucidazioni ed in particolare la revoca della suddetta delibera a causa delle numerose inesattezze che la contraddistinguono.

Naturalmente anche a questa interrogazione scritta non è susseguito nulla di concreto in favore e dei cittadini che hanno già ingiustamente pagato e di quelli che in futuro dovranno ingiustamente pagare, anzi tutt’altro!!! Come si suol dire: oltre il danno la beffa!!!! Negli ultimi giorni il pagamento viene richiesto anche a coloro i quali hanno aperto da più anni le loro attività e le portano avanti con enormi sacrifici, in un paese ormai ridotto ai limiti della vivibilità! La pena per il mancato adempimento sarebbe (sempre senza nessun fondamento giuridico) la revoca dell’agibilità da loro regolarmente ottenuta anni or sono!! Anche questo è assurdo, in quanto il rilascio del certificato di agibilità da parte dell’ufficio competente è legato a precisi requisiti e adempimenti da parte del richiedente, ma prescinde dal pagamento o meno della tassa sulla monetizzazione dei parcheggi.

Ribadisco che approfittare della buona fede dei cittadini, ignari di tutte le contorte normative di legge che regolano tale disciplina, in particolare in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo, e continuare a esigere solo pagamenti, anche quando questi non sono dovuti, è un modo di fare fuori da ogni logica e lontano anni luce dalle problematiche vere della propria comunità. Pertanto chiedo nuovamente al Sig. Sindaco del Comune di Cariati di revocare la delibera di G.M. 113 del 15/06/2010 in quanto illegittima e annullare le richieste di pagamento notificate negli ultimi giorni, che si basano sulla stessa. Chiedo inoltre che tutti i cittadini che dal 2010 ad oggi hanno già pagato possano vedersi restituire da parte del Comune le somme versate, ma in realtà non dovute.

Comunicato consigliere Ciccopiedi Maria Elena

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta