ALLARGARE AREA URBANA AL BASSO IONIO SERO CONDIVIDE PROGRAMMA ANTONIOTTI IL SINDACO:NEL TERRITORIO HA PREVALSO IL PRAGMATISMO

ALLARGARE AREA URBANA AL BASSO IONIO SERO CONDIVIDE PROGRAMMA ANTONIOTTI IL SINDACO:NEL TERRITORIO HA PREVALSO IL PRAGMATISMO CARIATI (Cs) – Sabato, 21 Maggio 2011 – Continueremo ad interagire con il comprensorio per arrivare ad una condivisione di servizi e di professionalità. È una priorità per lo sviluppo di questo territorio. Su questa linea condividiamo il proposito, ribadito dal neo-sindaco di Rossano Giuseppe ANTONIOTTI, di pensare ad un allargamento dell’area urbana al basso ionio. L’esito delle ultime amministrative offre al territorio, che ha dimostrato una certa propensione al pragmatismo, le condizioni per far decollare un progetto di conurbazione allargata. E’ quanto ha dichiarato il Sindaco di Cariati Filippo SERO, nel corso di un’intervista disponibile integralmente sul canale web YOUTUBE, al link seguente: http://www.youtube.com/user/leninmontesanto#p/a/u/0/CZ1v4r_8QIg Un sindaco – ha detto SERO – oggi non può limitarsi alla visione ristretta del proprio campanile, ma deve fare sistema con le altre municipalità. Dobbiamo pensare all’attivazione di servizi integrati e allo scambio di professionalità. Vanno adottate strategie necessarie a garantire efficienza e dare risposte veloci ai cittadini. Abbiamo intenzione di continuare, così come abbiamo fatto negli ultimi cinque anni, un dialogo aperto e produttivo con il territorio, da Rossano a Cirò. In questa direzione si coniuga anche l’esigenza, così come proposta dal nuovo sindaco di Rossano, al quale trasmettiamo gli auguri di buon lavoro, di ampliare l’area urbana Rossano-Corigliano. Che non può rimanere limitata – ha aggiunto il Sindaco di Cariati – alle due grandi città della Sibaritide ma deve essere appunto estesa anche alle aree circostanti. In una conurbazione allargata, con una collaborazione rafforzata fra le amministrazioni comunali sui grandi progetti e sulle grandi emergenze, pur tenendo presente l’identità di ogni singola comunità, il basso ionio cosentino potrebbe ad esempio valorizzare meglio la sua vocazione turistica ed integrarla con il resto del territorio. Dobbiamo superare – ha proseguito – gli ostacoli culturali che hanno bloccato questo tipo di sviluppo allargato, seppure dei tentativi e degli sforzi in passato sono stati fatti. Nei cinque anni trascorsi, a Cariati, abbiamo dimostrato di saper mettere in campo un’azione concreta, con risultati visibili. Bisogna saper decidere e mettere in pratica quanto si è deciso. Chi decide ed opera può anche sbagliare; ma l’abilità di un amministratore è capire gli errori e porvi rimedio, slegandosi da ogni appartenenza di partito per diventare il sindaco di tutti. Nell’ambito di questa analisi del voto alle ultime amministrative – ha concluso SERO – si potrebbe sostenere che il territorio, nelle sue preferenze di voto, abbia dimostrato una propensione al pragmatismo.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta