ACQUISTI ON-LINE PIÙ SICURI. MAGGIORI TUTELE PER CONSUMATORI

ACQUISTI ON-LINE PIÙ SICURI. MAGGIORI TUTELE PER CONSUMATORI FONTE: IN EUROPA – NEWSLETTER N.1139 DEL 17.9.2010 Acquistare in Internet prodotti elettronici di largo consumo, come macchine fotografiche digitali e apparecchi di ascolto, è diventato più sicuro grazie a una campagna di repressione sui siti web. L’84% dei siti on-line che vendono prodotti elettronici, ispezionati per controllare se contravvenivano a norme UE a tutela dei consumatori, risultano ora conformi alla legislazione Europea. Nel 2009 erano solo il 44%. L’indagine (“operazione di pulizia”) è partita nel Maggio 2009 ed è stata effettuata dalle Autorità nazionali dei 26 Stati membri, della Norvegia e dell’Islanda. Sono state individuate scorrettezze riguardo le informazioni risultate fuorvianti sui diritti dei consumatori, sulle indicazioni dei prezzi e sulla mancanza di una serie di informazioni relative al venditore. In tali siti sono nel frattempo intervenute delle correzioni e, ove necessario, sono state imposte sanzioni. La Commissione ha anche annunciato i primi risultati di operazioni analoghe effettuate nel 2010 su siti destinati alla vendita on-line di biglietti per eventi culturali e sportivi. Afferma John DALLI, commissario UE per la salute dei consumatori: “Queste iniziative garantiscono che la legislazione UE a tutela dei consumatori venga applicata con rigore in modo che i prezzi risultino trasparenti e le informazioni veritiere. I risultati odierni dimostrano che esse hanno colto l’obiettivo. Ciò rafforza la fiducia dei consumatori e di questa spinta beneficeranno anche le imprese più serie. Siamo decisi a continuare queste ispezioni e stiamo già mirando al prossimo settore problematico”. Queste “operazioni di pulizia” consistono in ispezioni guidate dalla UE ed effettuate dalle Autorità nazionali. Gli Stati membri effettuano simultaneamente controlli coordinati per individuare eventuali violazioni. Le autorità contestualmente, interrogano gli operatori sulle presunte irregolarità. A tal fine sono state ispezionate 6 categorie di prodotti di consumo come: apparecchi di ascolto individuale, macchine fotografiche e telefoni cellulari. Da allora, le Autorità nazionali hanno continuato i controlli sulle infrazioni per garantire la correttezza dei siti e, ove necessario, hanno imposto sanzioni. In generale, dei 369 siti web in origine controllati, 310 (84%) soddisfano le norme europee di tutela dei consumatori. Nel Maggio 2009 solo 163 siti erano regolari. Le sanzioni per un’infrazione confermata vanno dalla multa alla chiusura del sito. Rispetto agli elementi problematici inizialmente individuati, attualmente l’86% dei siti web ispezionati dà informazioni chiare e precise. Nel maggio 2009 la percentuale era del 64%. Si sta attualmente indagando sulle vendite on-line di biglietti per eventi culturali e sportivi.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta