400 MILA EURO PER CASTIGLIONE DI PALUDI

400 MILA EURO PER CASTIGLIONE DI PALUDI CAPUTO: PRIMO IMPEGNO MANTENUTO DA CALIGIURI GOVERNARE LE EMERGENZE. ATTENZIONE AL TURISMO CULTURALE Rossano, Mercoled 12 Gennaio 2011 400.000 EURO PER INTERVENTI DI VALORIZZAZIONE PER LIMPORTANTE SITO ARCHEOLOGICO BREZIO DI CASTIGLIONE DI PALUDI. A tanto ammonta la cifra prevista nel lungo elenco di completamenti 2010 predisposto, per le aree archeologiche, dallAssessore alla Cultura della Regione Calabria, Prof. Mario CALIGIURI. Lo stanziamento previsto anche per PALUDI fa parte della pi ampia programmazione dellAssessorato, di importo pari a circa 28 milioni di euro, concertata con la Direzione Regionale del Ministero dei Beni Culturali, e finalizzata alla realizzazione di interventi di valorizzazione e tutela dei beni culturali della Calabria. Si tratta di una somma inutilizzata dal 2007. In ogni caso, la somma complessivamente individuata e destinata al patrimonio culturale ed archeologico calabrese rappresenta il pi significativo intervento integrato nel settore mai effettuato, direttamente, con fondi comunicati da parte della Regione. Dichiarazione dellOn. Giuseppe CAPUTO Non avevamo dubbi sulla seriet, sullattenzione e sulla capacit di mantenere fede agli impegni assunti, da parte dellAssessore Regionale alla Cultura Mario CALIGIURI. Come ben si ricorder, una delle prime iniziative pubbliche territoriali assunte nel mio ruolo di consigliere regionale, dintesa con il neo Assessore alla Cultura, stata, nellestate del 2010, la presa datto dello stato attuale dellimportate sito archeologico brezio di Castiglione di PALUDI. In quelloccasione, alla quale prese parte anche la Sovrintendenza per i Beni Archeologica della Calabria e numerosi sindaci del territorio, dopo aver registrato limportanza storica e lestensione del sito nonch lo stato di abbandono dei lavori di scavo e messa in sicurezza fermi da anni, e dopo essersi confrontato con i primi cittadini e le associazioni intervenute, lAssessore CALIGIURI ha assunto un impegno trasparente: spostare, concretamente, lattenzione della Regione sugli enormi giacimenti archeologici di questa zona e, quindi, sulle connesse potenzialit turistiche ed economiche. A distanza di pochi mesi da quella fruttuosa visita nel parco archeologico a PALUDI, quellimpegno viene mantenuto, nellambito di una prima ed importante programmazione studiata dallAssessorato. Non possiamo, quindi, che esprimere soddisfazione sincera per linteressamento dimostrato dallamico Mario CALIGIURI che non ha perso tempo a tradurre in determinazioni tangibili le esigenze e le proposte di questo territorio delle quali ci siamo fatti, subito, portavoce presso la Giunta guidata dal Presidente SCOPELLITI. Se, tra laltro, alle 400 mila euro previste per Castiglione di Paludi si aggiungono gli oltre 3 milioni di euro previsti, nellambito della stessa programmazione, per interventi importanti destinati a siti ed edifici di pregio di altri comuni e citt della Sibaritide, tra cui Rossano e Corigliano, lattenzione e la vicinanza della Regione Calabria e dellAssessore alla Cultura rispetto a questo vasto territorio assume contorni ancora pi chiari e convincenti. Siamo soltanto agli inizi di una legislatura che, nonostante le gravissime emergenze ereditate, dalla sanit ai rifiuti passando dal dissesto idrogeologico, non potr in oggi caso essere strabica o disattenta rispetto al binomio turismo e cultura che resta una delle vie duscita strategiche per costruire progressivamente e con consapevolezza un riposizionamento della Calabria nel bacino euro-mediterraneo. Con il Presidente SCOPELLITI condividiamo lidea che il turismo vada anzi tutto costruito dalle sue premesse, che sono anzi tutto la garanzia dei servizi allospite e la fruibilit normale delle materie prime in questo settore, come il mare, la montagna e limmenso patrimonio architettonico, archeologico e culturale. In questo senso, la direzione di marcia intrapresa dallAssessore CALIGIURI ci pare quella pi coerente, lucida e determinata mai avviata in questi ultimi decenni in questa regione.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta