24° VOLLEY DAY,UNA STORIA DI SPORT

ROSSANO (Cs), Lunedì 17 Dicembre 2012 – 24° edizione del Volley Day, successo di pubblico al palazzetto Felice Calabrò. Un pomeriggio di sano divertimento e di aggregazione sociale attorno ai valori dello sport. Mini tornei e sfide tra tutti e 250 gli atleti della Icq – Ecoross Pallavolo Rossano. Dai più piccoli, 4 anni, fino ai ragazzi che partecipano al Campionato Nazionale di Serie B2 maschile. Soddisfatto il vicepresidente Eugenio PULIGNANO che ha ribadito l’importanza dello sport quale arma efficace e vincente per educare alla convivenza, al rispetto degli altri, alla disciplina ed al sacrificio. Una giornata quella di ieri (domenica 16), ennesimo tassello di una lunga storia associativa e di responsabilità sociale, dedicata ai Centri di Avviamento allo Sport (C.A.S.) che ha entusiasmato il numeroso pubblico presente. Ad aprire i giochi è stato il gruppo dei più piccoli che hanno effettuato degli esercizi sui 5 campi allestiti all’interno del Palazzetto in Viale S. Angelo. Subito dopo hanno preso il via i tornei con le varie fasi di gioco che ha coinvolto la partecipazione dei ragazzi che frequentano i corsi aperti lo scorso ottobre nella palestra “LEONARDO DA VINCI” del centro storico. Ha fatto pervenire i saluti anche il Presidente della Icq-Ecoross Pallavolo Rossano Luigi DE SIMONE, assente per motivi di lavoro. Con Natale alle porte, l’evento si è chiusa in festa. Panettoni a tutti i partecipanti consegnati da Babbo Natale con tanto di foto ricordo per tutti i gruppi con la 1° squadra di Serie B2. È stata una grande giornata di sport ma anche di festa. Resto convinto – ha detto il PULIGNANO – che lo sport sia il mezzo più utile per offrire, nel divertimento, stimoli positivi, meritocratici e di responsabilità alle nuove generazioni. L’impegno sportivo, il sacrificio, il senso del gioco di squadra, il saper darsi degli obiettivi da raggiungere con metodo e disciplina – conclude il vicepresidente ICQ-ECOROSS – sono tutti ingredienti preziosi per formare il carattere ed abituare ad un senso di partecipazione attiva e solidale nella società, nel lavoro e nella vita.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta