VICEMINISTRO SILERI, QUESTIONE OSPEDALE DI CARIATI: APPELLO ACCOLTO.

LA SPERANZA SI FA SEMPRE PIÚ CONCRETA, IL VICEMINISTRO É PERFETTAMENTE INFORMATO DELLA SITUAZIONE DEL VITTORIO COSENTINO.
FINALMENTE SI PARLA DI RIORGANIZZAZIONE DELLA RETE OSPEDALIERA.
LA SINERGIA SOCIALE RISULTA VINCENTE.
CARIATI. Il Comitato Uniti nella Speranza si dichiara soddisfatto nell’aver appreso, dalla trasmissione televisiva TitoloV, che il Viceministro alla Sanitá, prof. Pierpaolo Sileri, è deciso ad intervenire sulla questione dell’ex Ospedale di Cariati.
Difatti nel corso della puntata, andata in onda ieri sera, si é potuto apprendere che il Viceministro era perfettamente a conoscenza della situazione in cui versa il Vittorio Cosentino. E dalle risposte che ha dato, si evince che la documentazione e le argomentazioni a lui esposte, nel corso dell’incontro Istituzionale avvenuto il 6 ottobre, da parte dei Tecnici del Comitato – il dr. Cataldo Formaro e il dr. Michele Caligiuri-, hanno prodotto dei risultati: ovvero, per la prima volta, LA MASSIMA ISTITUZIONE IN AMBITO SANITARIO – il Ministero- SI ESPRIME PUBBLICAMENTE SUL DESTINO DEL VITTORIO COSENTINO, dopo che è stato messo al corrente sia sullo stato dei luoghi che sul reale fabbisogno sanitario territoriale   (come da verbale consegnatogli).Altresí, sulla scorta della proposta di legge, a firma dell’on. Giuseppe Graziano, ha espresso la volontà di riorganizzazione della rete ospedaliera!
TUTTO CIÓ NON IMPLICA NELLA MANIERA PIÚ CATEGORICA IL DISCORSO DELLA CASA DELLA SALUTE, DI CUI PURTROPPO ANCORA NE STIAMO SENTENDO PARLARE… E DA CUI PRENDIAMO LE DISTANZE!
 La questione ex Ospedale di Cariati, ovviamente dopo l’emergenza pandemica, – come ha sostenuto il Senatore Sileri-,  verrá affrontata mettendo mano proprio sulla riorganizzazione della rete ospedaliera regionale, ma nel frattempo, lo stesso Sileri, ha dichiarato che le dismesse strutture sanitarie di Cariati, devono essere utilizzate necessariamente per i pazienti post covid.
Rebus sic stantibus, attendiamo l’insediamento del nuovo Commissario ad Acta, dr. Guido Longo, al quale facciamo i miglio auguri di buon lavoro, e dal quale pretendiamo sin da subito, l’esecuzione e la realizzazione di quanto il Viceministro ha dichiarato.
Continuiamo a mantenere alta l’attenzione, e per questo bisogna continuare con la sinergia sociale che si é creata da mesi sul nostro territorio, scevra da qualsiasi interesse personale. Difatti quando si ha un unico obiettivo – in questo caso la riapertura del Vittorio Cosentino -, non ci sono protagonismi o ricerca di attenzione, bensí c’é la sola voglia di lottare. Per questo ancor di piú ci sentiamo uniti a tutte le realtá associative del territorio che si sono attivate per perseguire questa mission, in particolar modo al movimento delle Lampare, che da giorni stanno occupando simbolicamente l’ospedale di Cariati, proprio perché é arrivato il momento di ribellarsi.
Allo stesso tempo ringraziamo e siamo vicini al gruppo “Escia a mare” che dalla Germania fa sentire la sua voce  e il suo sostegno, e ovviamente a tutta la cittadinanza per l’appoggio morale in questa dura battaglia.
Siamo veramente sulla strada giusta, non molliamo e non molleremo mai!
Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta