VIABILTÀ,NUOVO COLLEGAMENTO CON MARINA

MANDATORICCIO (CS) Mercoledì 4 Aprile 2012 – Viabilità, qualità della vita, freno allo spopolamento del centro storico, sviluppo sostenibile, mobilità normale. Si prefigge questi obiettivi l’ambizioso progetto di un nuovo tracciato di collegamento dalla marina alla città alta. L’investimento è di 200 mila euro. A differenza dell’attuale provinciale, questa nuova strada, sulla quale l’Esecutivo DONNICI è impegnato sin dall’avvio del mandato, permetterà quasi di dimezzare la distanza con la costa. Nascerà in località Cozzo della Battaglia e sarà lunga 2 km e 200 metri. Potrebbe diventare un altro importante risultato a servizio della piccola comunità della Sila Greca e dell’intero territorio. Per queste ragioni il Sindaco Angelo DONNICI e l’assessore ai lavori pubblici Filippo MAZZA si rivolgono pubblicamente autorità sovra-comunali: serve – dicono – un assist importante per portare a termine un’infrastruttura che consideriamo strategica per tutto il territorio. La sua realizzazione – dichiara DONNICI – contribuirà a frenare il fenomeno dello spopolamento del centro storico. La nuova strada sarà infatti più comoda e più veloce. Anziché pensare o fare un monumento in più – chiosa ironicamente il Primo Cittadino – intendiamo spenderci ed investire le nostre risorse in queste direzioni: offrire concrete occasioni di rivitalizzazione e rilancio alla città alta, autentico motore dello sviluppo sostenibile di Mandatoriccio nel territorio. A spese del Comune sono stati già realizzati gli studi geologici necessari e propedeutici. L’Esecutivo – aggiunge MAZZA – sta puntando molto sulla realizzazione di questo primo lotto della strada. Stiamo parlando, del resto, di un’arteria che potrà essere preziosa non solo per Mandatoriccio ma per tutto l’entroterra. Sarebbe una vera occasione – prosegue l’assessore ai lavori pubblici – per uscire dall’isolamento che siamo costretti a subire soprattutto per mancanza di infrastrutture normali. Siamo grati – conclude – all’assessore provinciale Leonardo TRENTO per l’attenzione che sta destinando rispetto a questo progetto in corso.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta