un monumento alla raccoglitrice di olive

CARIATI – Olio buono, sicuramente. ma anche più etica nella produzione. Così il vicesindaco di Cariati, Cataldo Perri, in un passaggio del suo intervento del Vice alla riunione dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, svoltasi a Saracena che, alla presenza del presidente nazionale, Enrico Lupi, ha costituito il coordinamento regionale. Oltre al padrone di casa, il sindaco Mario Albino Gagliardi, e al citato Perri, c’erano anche Carmine Maio, sindaco di Carfizzi; Roberto Bruno, assessore del comune di Cassano; Antonio Carlomagno, sindaco del comune di Cerchiara di Calabria; Michele Greco, vicesindaco del comune di Frascineto; Giuseppe Costantino, vicesindaco di Terranova da Sibari; Stanislao Dima, sindaco di Cerenzia, e Antonio Salvatore Palermo, sindaco di Firmo, il qualità di osservatore del suo comune che ha già ufficialmente dichiarato l’intenzione di aderire al sodalizio nazionale. Dopo i saluti del sindaco Gagliardi, il presidente Lupi ha illustrato le diverse manifestazioni su scala nazionale e regionale che l’Associazione intende intraprendere anche quest’anno. All’unanimità è stato eletto coordinatore regionale per la Calabria il primo cittadino di Saracena che si avvarrà della collaborazione di Stanislao Dima, per la provincia di Crotone, e di Antonio Carlomagno per la provincia di Cosenza. Il terzo coordinatore, per la provincia di Catanzaro, si sceglierà tra i due sindaci di Tiriolo e di Zagarise, assenti per impegni istituzionali. Cataldo Perri ha affrontato il tema sotto l’aspetto etico: “Bisogna non soltanto produrre un olio eccellente dal punto di vista gastronomico, ma anche sforzarsi ed impegnarsi affinché nelle campagne dei produttori che hanno aderito a questa rete nazionale, cui Cariati si associa con convinzione, ci sia anche una parola di rispetto in più per i lavoratori e per la lavoratrice che non siano sottopagati. Civiltà dell’olio significa anche rispetto della dignità delle persone. Per questo, l’amministrazione civica di Cariati ha intenzione di dedicare un monumento alla raccoglitrice d’olive” I lavori sono stati moderati da Carmela Tolisano, responsabile della segreteria regionale “Città dell’Olio”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta