TRE NUOVE BANDIERE PER ONORARE L’ITALIA – Issate stamani nei pressi della delegazione comunale allo Scalo

Onore al Tricolore d’Italia, alla bandiera d’Europa blu trapuntata da dodici stelle dorate e alla nuova bandiera della Città di Rossano. Sono state issate sui tre pennoni da dodici metri installati nei pressi dell’ingresso della delegazione comunale dello Scalo, lungo viale De Rosis, di recente restyling. La presenza costante dei colori comunali, italiani ed europei rimarcano le nostre radici e l’identità del nostro popolo e rappresenteranno, da oggi, un punto di riferimento più forte e visibile della presenza delle Istituzioni. Stamani, venerdì 23 maggio 2014, alle Ore 11.00 il Sindaco Giuseppe Antoniotti ed il Presidente del Consiglio comunale Vincenzo Scarcello, insieme ai dipendenti municipali del distaccamento del Palazzo di Città, hanno presenziato alla cerimonia dell’alza bandiera. È un forte atto simbolico – commentano Antoniotti e Scarcello – ma che vuole rappresentare un presidio forte e concreto delle Istituzioni e dello Stato. Certo, non è con una bandiera che si rappresenta e trasmette il senso di Nazione e Comunità, ma sicuramente partendo anche da questi gesti si contribuisce ad affermare il senso e le finalità della nostra Costituzione, che – concludono il Sindaco ed il Presidente del Consiglio – deve continuare ad essere la linea guida, imprescindibile, delle azioni quotidiane di ogni cittadino italiano. Su tre pennoni in vetroresina, installati dalla squadra di operai della manutenzione, pigmentati con ral grigio argento, dell’altezza di dodici metri e distanziati di quattro metri l’uno dall’altro, sono state innalzate, così come da protocollo, le bandiere, due metri per tre, dell’Italia al centro, quella dell’Europa sul lato destro, e la nuova bandiera della Città di Rossano sulla sinistra. L’emblema comunale, riprodotto per la prima volta su drappo, è raffigurato su sfondo bianco e scritte d’orate. Al centro lo stemma con le quattro conchiglie in campo azzurro e i cinque gigli disposti in guisa, che nell’insieme presentano la figura di una croce. Esso riporta sulla sommità una corona aurea che evidenzia cinque torri di castello ed è impreziosito da due rami con foglie e bacche intrecciate in basso, a sinistra di alloro e a destra di quercia, unite al centro da un nastro tricolore. I pennoni e le bandiere sono stati realizzati dall’azienda Manifattura Italiana Bandiere MIB Srl di Roma, fornitrice della Presidenza e del Governo della Repubblica Italiana. La MIB è presente con i suoi prodotti, dal 1936, nel mercato nazionale ed estero: dalla bandiera che avvolgeva la salma del Milite Ignoto, alle bandiere che svettano sull’Altare della Patria; o ancora dalla bandiera lanciata sul Polo Nord dal dirigibile “Italia”, alla bandiera portata nello spazio dal primo astronauta italiano; da quella che oggi svetta sul K2, alla bandiera di rappresentanza alla “firma” della Costituzione Europea.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta