SOGEFIL, NESSUN COLLEGAMENTO CON CATALDO RIZZO

Cariati, Giovedì 16 Febbraio 2012 – Di nuovo, il direttore anonimo Leonardo RIZZO, inventa e distribuisce falsità su conto dell’Api e sui suoi referenti locali. Siamo all’ennesima cantonata presa dall’animatore del sito “Il Ponte”, miniera quotidiana di non-notizie, dispensatore di veleni, inquinatore della serenità sociale e pozzo di pettegolezzi mediocri quanto volgari. Nel merito della nuova errata informazione diffusa, l’API smentisce categoricamente ricostruzioni ed allusioni, respingendo al mittente toni e commenti che qualificano pessimamente l’autore, come accade esattamente da quando questo signore ha pensato di fare informazione locale. Si fa erroneo riferimento alla Sogefil, collegandola al comportamento politico del consigliere Cataldo RIZZO il quale, però, risulta licenziato da tempo, da una società (LT Service) diversa dalla Sogefil. MA QUALE CONFLITTO? MA DI CHE SPARLA “IL PONTE”? CHE PENA! L’indirizzo dell’Api, interpretato con coerenza e decisione da tutti i suoi rappresentanti locali, dentro e fuori il Consiglio Comunale e la Giunta SERO, era e resta improntato alla massima e fattiva collaborazione nel solo interesse della comunità. NESSUNO SI VENDE E NESSUNO SI AUTOCENSURA IN CAMBIO DI NULLA! L’Api cariatese, insieme agli altri partiti della maggioranza ed a sostegno degli sforzi del Sindaco Filippo SERO, continua ad essere preoccupata solo ed esclusivamente dalla ricerca di soluzioni, equilibrate e condivise sia per giungere progressivamente a risanare il bilancio comunale, così come ereditato e condiviso da anni e da tutte le coalizioni politico-amministrative succedutesi; sia per costruire, parallelamente, reali condizioni di sviluppo sostenibile, a partire dall’attenzione costante sul potenziamento dell’appeal turistico e ricettivo del centro storico e su opere fondamentali per Cariati e per il territorio come il Teatro e soprattutto il Porto.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta