PRIMA RIUNIONE DEL PARTITO “SENZA FRONTIERE”

CARIATI – I ragazzi “terribili” di Antonio Di Pietro si organizzano anche a queste latitudini dimenticate e danno vita, alla periferia dell’impero, al coordinamento territoriale del Basso Jonio Cosentino di Italia dei Valori. Il battesimo delle “sinergie” dipietriste ha luogo a Cariati ieri mattina: alla prima riunione del partito “senza frontiere” partecipano, con pochissime eccezioni, consiglieri ed assessori comunali che si richiamano alle idee del Tonino nazionale, oltre agli iscritti ed ai referenti di ogni singola comunità. La nutrita assemblea si compiace del “notevole successo – spiega una nota ufficiale – delle iniziative perorate recentemente, a livello nazionale e locale, e dell’attenzione verso il movimento di tanti giovani e donne e di numerosi amministratori che hanno già fatto, o si accingono a fare, una scelta disinteressata e convinta di democrazia ed autentica libertà”. Ma oltre ai prossimi impegni congressuali, la discussione è stata monopolizzata dalle imminenti elezioni regionali. L’assemblea “allargata” ha espresso “numerose perplessità sul metodo di scelta delle candidature, assolutamente non condivise con la base, ritenendo poco accettabili e sostenibili sponsorizzazioni di personalità esterne al partito e distanti anni luce dalle varie figure istituzionali e dagli iscritti del territorio di riferimento”. Da questa ottica, all’unanimità, è stato deliberato, “onde poter dare al proprio territorio quelle risposte che i cittadini attendono da troppo tempo, e che mai hanno avuto voce e rappresentanza nel consiglio regionale calabrese, di manifestare al subcommissario provinciale del partito, Mario Caligiuri; al commissario regionale, Ignazio Messina e, infine, all’ufficio di presidenza nazionale, la disponibilità di una candidatura che sia espressione del Basso Jonio Cosentino”. A breve saranno convocate altre riunioni al fine di valutare l’evoluzione della proposta, ma, a questo punto, così sembra trapelare dagli ambienti vicini a Idv, l’eventuale papabile alla corsa di una poltrona a Palazzo Campanella potrebbe essere Rita Cosenza, consigliera comunale di Cariati e membro della direzione regionale del partito. “Pasionaria” della politica e determinata al punto giusto, la Cosenza riscuoterebbe le simpatie di tutto l’entourage del partito e rappresenterebbe una vera novità nel “panorama asfittico e maschilista della classe dirigente calabrese”. Domani dovremmo saperne di più.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta