PIETRAPAOLA. PUGLIESE : QUANDO LA BUGIA E’ FUNZIONALE ALLA SOPRAVVIVENZA.

Il gruppo consiliare di maggioranza Pietrapaola Nuova replica alle eclatanti bugie del consigliere di minoranza Pugliese. Dimostrati i meriti dell’amministrazione Nigro.

Ancora una volta l’ex sindaco Pugliese, attuale consigliere di minoranza, più volte (precisamente 3) sfiduciato con conseguente commissariamento del comune di Pietrapaola, cerca invano di mettersi in mostra e di sopravvivere, con le sue eclatanti bugie, incosciente della volontà dei cittadini pietrapaolesi che con più di 170 “NO” l’hanno bocciato,  dando fiducia all’amministrazione a guida Nigro.

Qualche giorno fa lo stesso consigliere Pugliese faceva pervenire al giornale online Cariatinet un comunicato stampa teso a smentire i riconoscimenti che devono invece assolutamente attribuirsi al buon operato dell’amministrazione Nigro.

Lo stesso Pugliese, con toni prettamente autoreferenziali ed ignari della realtà dei fatti, tenta invano di attribuire alla sua amministrazione la paternità del progetto avente ad oggetto l’efficientamento della pubblica illuminazione. Non è assolutamente così. Le parole del consigliere di minoranza Pugliese non sono altro che artefatte bugie create per veicolare l’informazione a suo piacimento. In particolare, ed in brevissime parole,  il bando “Efficienza energetica dell’illuminazione pubblica” è stato pubblicato soltanto in data 03/07/2017, momento in cui l’allora sindaco, oggi consigliere di minoranza, era già stato sfiduciato per l’ennesima volta. Ed allora, il merito della proposta progettuale, ad oggi FINANZIATA, è tutto dell’amministrazione Nigro, tant’è che la stessa, con delibera di giunta N° 16 del 19/07/2017, ha approvato il progetto definitivo “lavori di efficientamento della rete di illuminazione pubblica ed interventi di smart city”. Detto bando, cui l’amministrazione Nigro ha partecipato presentando effettivamente il suindicato progetto, era, all’epoca dei fatti tanto vantati dal Pugliese, ancora in preinformazione, e quindi, non ancora usufruibile da parte dei Comuni interessati. Le informazioni fornite dal consigliere Pugliese riguardano interventi del tutto ufficiosi e privi di ogni efficacia rilevante ai fini dell’ottenimento del finanziamento in questione.

Pure con riferimento ai 495.000 € finanziati per l’adeguamento sismico di uno degli edifici scolastici, deve precisarsi che, così come anche ribadito dal consigliere di minoranza Pugliese, la precedente amministrazione, anche questa sfiduciata,  aveva partecipato, con ESITO NEGATIVO, alla “Manifestazione di interesse per la concessione di contributi finalizzati all’esecuzione di interventi di adeguamento sismico …, DGR 427 del 10.09.2016”, meglio noto come bando “Scuole Sicure”. Invero, la proposta progettuale avanzata dall’amministrazione Pugliese è stata ritenuta dalla Regione Calabria, giusta nota Reg. Calabria pervenuta al Comune di Pietrapaola nel Dicembre 2017, NON FINANZIABILE, poiché carente dal punto di vista progettuale. Lo stesso Pugliese, invece, sempre per contorcere la realtà dei fatti aveva affermato in campagna elettorale che il progetto presentato dal Comune di Pietrapaola si fosse collocato al 9° posto in graduatoria come intervento finanziato. In realtà, la graduatoria tanto resa nota dal Pugliese, non era altro che un elenco cronologico delle proposte progettuali avanzate dai Comuni calabresi.

In poche parole, Pietrapaola è stato, semplicemente, il 9° Comune, in ordine temporale, a presentare la proposta progettuale. Per dirla tutta, il progetto dell’Amministrazione Pugliese si è collocato, invece, al 169° posto nella graduatoria di merito. 169° posto quasi come i “NO” con i quali è stato bocciato nella recente competizione elettorale.

Ed allora, per non perdere un’opportunità del genere, l’Amministrazione Nigro, grazie agli indispensabili e preziosissimi consigli degli ingegneri interessati alla presentazione del progetto, decide di presentare lo stesso sulla piattaforma della Finanza Locale del Ministero dell’Interno – “contributo per interventi riferiti ad opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio di cui all’art. 1, commi dal 853 al 861, legge 27.12.2017 n. 205 Ministero dell’Interno, MEF.”

Ebbene, soltanto grazie a questa mossa adoperata dall’Amministrazione Nigro, che ha quindi deciso di partecipare ad altro e diverso Avviso Pubblico, la proposta progettuale del Comune di Pietrapaola, numero d’ordine 8626, è risultata esser stata ammessa a finanziamento.

Questa LA VERA REALTA’ DEI FATTI. Una vera e propria lotta contro il tempo da parte dell’Amministrazione Nigro !

Ma le bugie non finiscono qui. Lo stesso consigliere di minoranza Pugliese, nelle prime righe del comunicato, continua a distorcere la realtà. Questa volta si parla di bandiera verde e precisamente, nell’articolo controbattuto dal Pugliese, si affermava come anche per questa stagione il comune di Pietrapaola avesse confermato l’importante titolo turistico. Ed ecco che lo stesso consigliere di minoranza Pugliese interpreta a suo piacimento la suddetta affermazione con l’ormai chiaro obbiettivo di proporsi sulla scena politica locale che lo ha definitivamente “archiviato”. Sarebbe il caso di ricordare allo stesso, viste le forti lacune lessicali, che mai nessuno ha provveduto ad attribuirsi meriti non propri, in quanto il termine “confermare”, utilizzato nell’articolo riassuntivo degli obbiettivi raggiunti dall’amministrazione Nigro, assume il significato di “dare conferma di qualcosa che si è già verificato in precedenza”.

Infine, l’ennesimo attacco al giovanissimo Consigliere delegato di maggioranza Giuseppe Arcangelo, come se quest’ultimo fosse un navigato politico di 80anni e chissà quale esperienza affaristica avesse maturato. L’ennesimo attacco di una bassezza unica. Occorre precisare che l’incarico legale attribuito ad un noto studio di Cosenza, è stato appunto conferito su indicazione del Presidente Anci Calabria che unitamente a molteplici comuni interessati dalla seria vertenza (ben più di 1.000.000,00 € di sanzione UE inflitta al solo Comune di Pietrapaola) hanno deciso di dar fiducia ad uno studio legale che avesse una comprovata esperienza nel settore del diritto amministrativo, branchia del diritto sicuramente non molto praticata dagli avvocati del luogo. Semplicemente, la stessa cosa che fece il consigliere Pugliese conferendo l’incarico per la controversia delle Poste Italiane, così come da lui stesso reso noto a mezzo facebook,  allo studio legale Salerno con sede ben lontana dal Comune di Pietrapaola.

Totalmente smentite, nel merito, le false affermazioni di un comunicato stampa colmo di bugie. Bugie che assumono irreversibilmente il significato di strumento necessario per uscire dall’ombra politica alla quale, definitivamente,  lo stesso Pugliese è stato condannato con oltre 170 voti di scarto nell’ultima competizione elettorale che ha sancito la chiara volontà della stragrande maggioranza dei cittadini di invertire il vecchio “io e solo io” con la prima persona plurale dell’indicativo presente del verbo essere, “noi siamo”. Questa la costante dell’amministrazione a guida Nigro: con la gente e per la gente.

IL GRUPPO CONSILIARE DI MAGGIORANZA PIETRAPAOLA NUOVA

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta