Nonni civici a Cariati ?

Il nonno civico è un pensionato che decide di dedicare un po' del suo tempo alla cura del suo Paese

Nonni civici

Se c’é un’iniziativa che la nuova Amministrazione comunale di Cariati, potrebbe prendere in considerazione all’indomani del suo insediamento, questa é quella dei “Nonni Civici”.

Da alcuni anni, in molti Comuni italiani, l’impegno di pensionati volontari, ad esempio, davanti alle scuole ha contribuito ad aumentare la tranquillità dei bambini, delle famiglie e della sicurezza di queste zone.

Certo Cariati é un territorio tranquillo per il quale forse il servizio potrebbe rilevarsi inutile. Invece, anche in un Paese sereno i “Nonni Civici” hanno la loro importanza. Non solo davanti la scuola, ma anche a presidio del buon vivere civile da parte di residenti e turisti.

La stagione estiva é alle porte e, ad esempio, i volontari potrebbero sorvegliare in alcune aree del perimetro cittadino il corretto svernamento dei rifiuti urbani, che, ahimè, avviene a tutte le ore del giorno.

Ma non solo. Lo stesso lungomare potrebbe beneficiare di un occhio più vigile non solo in termini di corretto smaltimento dei rifiuti, ma anche a presidio delle aree verdi e degli spazi dedicati ai bambini.

I “Nonni Civici” potranno aiutare, altresì, Cariati a diventare sempre più attenta ai bisogni dei bambini, con la certezza che più il Paese sa rendersi a misura di bambino’ più diventa “amico” di tutti i cittadini.

Il nonno civico è un pensionato che decide di dedicare un po’ del suo tempo alla cura del suo Paese e in particolare per rendere più sicuri e tranquilli i luoghi pubblici, frequentati dai bambini, residenti e turisti.

È un servizio di volontariato che permette ai pensionati di partecipare attivamente alla vita della comunità e di adottare una zona specifica con funzioni di vigilanza, in collaborazione con gli altri servizi comunali.

Diventare un nonno civico fa bene anche a sé stessi. Si impegna, così, il proprio tempo per un servizio prezioso e utile al territorio e si ha la possibilità di condividere gli stessi valori e la stessa voglia di fare.

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta