MELISSA, CARFIZZI E VERZINO IN RETE PER “BORGHI IN FESTIVAL”

Promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea e Direzione Generale Turismo del Mibact

C’era tempo fino 29 gennaio 2021 per la partecipazione alla call “Borghi in Festival – Comunità, cultura, impresa per la rigenerazione dei territori”. L’emergenza coronavirus ha portato ad una rivalutazione del turismo di prossimità da parte degli italiani, rivelatosi un’opportunità per sostenere l’economia locale, promuovere il patrimonio nazionale, e visitare località ancora sconosciute, come i borghi.

In questo contesto si inserisce l´avviso pubblico “Borghi in Festival”, una nuova iniziativa per incentivare progetti di rigenerazione dei territori e per rafforzare e integrare l’offerta turistica e culturale nei borghi italiani all’insegna della sostenibilità, dell’accessibilità e dell’innovazione.

“I borghi d’Italia rappresentano non solo la storia e l’identità del nostro Paese, ne sono l’essenza e la linfa diffusa su tutto il territorio. Essi sono un patrimonio di cultura, arte e storia, tenerli vivi significa preservare questo patrimonio e quel museo diffuso che è il valore aggiunto della nostra offerta turistica”, ha spiegato Lorenza Bonaccorsi, sottosegretaria al Turismo del Mibact.

Nel nostro territorio hanno partecipato in rete tre borghi vicini di territorio ma diversi come storia propria che oggi hanno voluto mettere insieme le loro eccellenze culturali ed identitarie i comuni di Melissa, Carfizzi e Verzino rappresentano un ambito territoriale peculiare sotto il profilo del patrimonio culturale, della configurazione ambientale e geomorfologica, delle localizzazioni degli insediamenti storici, nonché degli aspetti paesaggistici.

Oltre ai tre comuni sono stati coinvolti privati e ben nove associazioni territoriali.

Un plauso ai tre sindaci R. Falbo per Melissa, M. Amato per Carfizzi e G. Cozza per Verzino, oltre che C. Poerio assessore di Melissa e E. Bossio consigliere di Verzino, che hanno saputo mettere insieme le loro realtà e scegliere tecnici ormai consolidati come l’ingegnere Giuseppe Cerminara ed il Dott. Alfonso Calabretta che hanno saputo cogliere i loro suggerimenti mettendo insieme un linguaggio comune sviluppandolo nella progettazione. Gli obiettivi della proposta progettuale a cui hanno lavorato i due tecnici sono:

  • Integrare l’offerta turistica;
  • Favorire lo sviluppo sociale ed economico attraverso percorsi di formazione, informazione e promozione;
  • Incentivare le dinamiche collaborative tra soggetti di vari settori e migliorare lo sviluppo economico-sociale e l’offerta dei servizi attraverso l’incentivazione alla nascita di nuovi attori locali;
  • Favorire il processo di innovazione e digitalizzazione dell’offerta turistica dei borghi;
  • Promuovere idee innovative per un migliore sviluppo dei borghi; favorire la nascita di idee imprenditoriali.

Le linee di azione individuate per raggiungere gli obiettivi sono state:

  • Linea di azione 1: Attività di promozione e valorizzazione dei marcatori identitari locali;
  • Linea di azione 2: Percorsi di formazione, promozione e informazione;
  • Linea di azione 3: Idee innovative e digitali di borgo;
  • Linea di azione 4: Nascita di nuovi soggetti/figure locali.

Il progetto presentato prevede, tra le varie azioni, attività culturali nei borghi, mostre e rassegne, percorsi culturali;eventi quali incontri, seminari, laboratori; attività di formazione e accompagnamento; realizzazione di piattaforme o applicativi digitali ed eventi innovativi per la fruizione del patrimonio culturale.

Ritornando alla realtà, si conosce la difficoltà nel competere con progettualità nazionali, visto anche la quantità ridotta di fondi disponibili. Ma la realtà ci dice anche che questi tre comuni hanno capito qual è la strategia vincente: pianificare, programmare, progettare.

Intercettare fondi oltre il bilancio comunale è l´unico modo per dare qualcosa in più al nostro territorio, ma per intercettare fondi bisogna programmare una strategia vincente che necessita di tempo. Non basta progettare solo nel momento della pubblicazione di un bando, le idee vincenti devono essere pianificate e curate molto tempo prima. E´ questa la strategia adottata, la nostra progettualità non si ferma a solo questo avviso, ma verrà riproposta anche in altri contesti.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta