Lo scontro Laratta-Gentile. Il giudice proscioglie l’on Laratta: non ha diffamato Gentile!

Archiviata dal GIP Salvatore Carpino del Tribunale di Cosenza, la querela dell’assessore regionale Pino Gentile nei confronti del deputato on Franco Laratta. Per il giudice “le affermazioni hanno contenuto prevalentemente valutativo e si sviluppano nell’ambito di una polemica politica, pur aspra, ma di indubbia rilevanza sociale (la trasparenza della gestione di un bando di concorso per la realizzazione di edilizia sociale) senza trascendere mai in attacchi personali gratuiti, finalizzati all’unico scopo di aggredire la sfera morale del denunciante on Gentile”! Per i GIP si è trattato di pieno e legittimo diritto di critica. Secondo l’on Laratta (assistito dall’ avv. Gisberto Spadafora) l’intenzione era quella di verificare la regolarità degli atti amministrativi prodotti in seguito alle vive proteste delle imprese vincitrici del vecchio bando suscitate dall’annullamento operato dall’assessore Gentile. Una Impresa esclusa aveva presentato un esposto alla Procura della Repubblica. Numerosi erano stati i ricorsi al tribunale amministrativo della Calabria le cui sentenze favorevoli alle imprese ammesse alla prima graduatoria, sono state appellate dall’assessore Gentile al Consiglio di Stato. Della vicenda si era occupato in una inchiesta il Corriere della Calabria. L’on Laratta aveva presentato formale interrogazione parlamentare. Per l’on Laratta: “Il mio ragionamento e le mia accuse avevano ed hanno un valore politico. Gentile avrebbe dovuto difendersi in sede politica, non già in un tribunale”

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta