LeLampareBJC: COMUNICATO di ADESIONE ALLA MOBILITAZIONE POPOLARE

Il Movimento Le Lampare BJC di Cariati aderisce alla giornata di mobilitazione popolare di Sabato 15 Settembre, promossa  dal  Movimento Terra e Popolo di Rossano, convinti che sia giunto il momento di Valorizzare e Rilanciare  seriamente il nostro territorio partendo proprio dalla risoluzione di uno dei punti critici storici: il trasporto pubblico, il diritto alla mobilità  per  migliaia di cittadini calabresi e di  turisti che affollano i nostri luoghi a questo punto davvero sperduti e irraggiungibili. La fascia Jonica  troppo a lungo è stata offuscata dalle istituzioni  quasi assenti, da politiche di spesa pubblica incoerenti, da un appiattimento drammatico della società civile che convive ormai da decenni con situazioni paragonabili solo ad altre zone del Mezzogiorno, dove lo Stato sembra essere rappresentato da capi villaggio che a turno litigano e fanno la pace, vincono e perdono, mentre il territorio non si evolve e di conseguenza si ritorce in un vortice di mancanza di servizi, di ingiustizie sociali, di inconsapevolezza. La classe politica tutta, di centro destra e centro sinistra, che ha mal governato questi luoghi e la gente che ci vive, la quale è costretta ad emigrare, sembra non vedere le vere esigenze di questo territorio, sembra voler negare a priori un barlume di “luce” che dia una speranza, visto che “siamo tutti sulla stessa barca”.   E’ nella realtà che ci circonda che si ha la prova del fallimento di questa classe dirigente, la cui prospettiva è rivolta sempre e solo al mantenimento di poltrone ed  incarichi, rimbalzando e scaricandosi a vicenda   le responsabilità’ in un gioco al massacro, in squallidi teatrini, sempre più poveri di contenuti e tuttavia  ricchi di invettive personali  con “la solita balla della delega, l’illusoria speranza di dover ancora credere in coloro i quali hanno chiaramente fallito la loro azione politica e che allo stesso momento usano il loro fallimento, come motivo di impegno elettorale”.    Le uniche Vittime, i cittadini meridionali, i  calabresi assistono al saccheggio dei diritti, delle risorse e  di ettari ed ettari  di territorio  e  prospettive di sviluppo  da parte di gruppi di interessi,  molto spesso privati e di tipo coloniale  a danno della collettività’. Lo scempio e la depredazione perpetuata scientificamente  da decenni ai danni dei cittadini calabresi si materializzano: nei  rifiuti ammassati ai bordi delle strade; nei pazienti ammassati negli   ospedali Spoke di Rossano e Corigliano,  ai limiti  del collasso dopo la chiusura degli ospedali  come il V.Cosentino di Cariati; nelle stazioni e linee  ferroviarie abbandonate con treni  fantasmi o ottocenteschi quando ci sono  e  passeggeri costretti a spingere un Autobus sostitutivo in panne  come avvenuto a Lamezia, o a ricorrere al trasporto su gomma con strade  fatiscenti come la ss.106 “la strada della morte” o l’infinito cantiere autostradale.   E’ giunto quindi il momento di dire “MO  Basta” e di mettere in Prima Linea il  Popolo protagonista del suo presente e futuro, cittadini e uomini Liberi pronti  a riprendersi ciò che gli è stato tolto. Siamo convinti  che è scaduto il tempo dell’attesa del “miracolo divino”, dei” compromessi”, dei ”meccanismi” che logorano le stesse istituzioni ed è finito il tempo della paura o dei cittadini che s’imbambolano di fronte ai soliti “padroncelli”, come se fossero davvero loro i protagonisti del presente e del futuro. In realtà, osservando il passato, si può asserire che loro sono gli antagonisti del nostro futuro, o almeno dell’idea che noi abbiamo di esso. “ASSALTO A CHI RAPINA A MANO ARMATA IL SUD” E’ il Movimento Terra e Popolo di Rossano a promuovere “La prima giornata di mobilitazione popolare per la Mobiltà Pubblica sullo Jonio” , SABATO 15 SETTEMBRE, alle ore 11:00 presso le STAZIONI FERROVIARIE di SIBARI e di ROSSANO, dove si ritroveranno  Cittadini Associazioni Comitati e Movimenti della Fascia Jonica pronti ad avviare  dal basso un percorso  UNITARIO  di Discussione e Lotta. Aderiamo alla  piattaforma promossa dal Movimento Terra e Popolo, i cui  obiettivi della mobilitazione sono chiari ed irrevocabili: 1. La restaurazione delle tratte a lunga percorrenza 2. La riapertura e messa in funzione delle stazioni, con servizi annessi. 3. Un piano di investimenti sulle ferrovie del meridione ed in particolare della fascia ionica che riequilibri l’assetto ferroviario nazionale, con raddoppio, messa in sicurezza ed elettrificazione della rete ionica.                                                                                                     MOVIMENTO LE LAMPARE BJC RADUNO A CARIATI SABATO 15 SETTEMBRE ORE 9:00 PIAZZALE ANTISTANTE LA STAZIONE FS PER PARTENZA AL CONCENTRAMENTO  DI SIBARI CHE SI CONGIUNGERA’ POI CON QUELLO DI ROSSANO.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta