Le varie e gravi problematiche della cittadina di Cariati inducono interi nuclei familiari ad abbandonare il paese natio

Le varie e gravi problematiche della cittadina di Cariati, con tutte le sue conseguenti sfaccettature, sono all’attenzione non solo della comunità cariatese, ma anche di coloro che ne convivono la quotidianità, sia per ferie che per motivi di lavoro. Inspiegabili per tutti le motivazioni di tanto degrado urbano e, particolarmente, del perché dell’immobilismo estremo dell’Amministrazione Comunale. La cittadina di Cariati attualmente si presenta come una realtà triste e abbandonata dall’Ente Comunale: un quadro squallido, doloroso e disastroso. E’ opinione della stragrande maggioranza della cittadinanza, dei forestieri che operano in loco e dei pensionati che vivono stabilmente a Cariati, la realtà cittadina vive in un contesto desolante e deprimente. Si assiste, purtroppo, sostengono in molti, per diverse ragioni, ad un abbandono quasi totale del decoro urbano, della salute pubblica, della disastrata e pericolosa viabilità urbana, per non parlare poi di quella intercomunale, della potabilità dell’acqua, dell’inquinamento marino e della scarsità dell’igiene nonché della sicurezza. Tale amara realtà è davanti agli occhi di tutti: ma a tutt’oggi, sostengono in molti, l’Amministrazione Comunale è totalmente assente, c’è stata, nei mesi scorsi, anche una protesta popolare pubblica che, purtroppo, non ha sortito alcun effetto positivo. Nemmeno i ripetuti ricorsi ed appelli, indirizzati al Prefetto di Cosenza, e per conoscenza al Presidente della Repubblica, al Ministero dell’Interno, alla Corte dei Conti ed al Procuratore della Repubblica di Castrovillari, da parte dei consiglieri della minoranza, nei quali hanno sollevato ed evidenziato le gravi inadempienze non più sanabili, a loro avviso, hanno sortito, purtroppo, alcunché di positivo. Cariati sta vivendo un momento economico tra i più drammatici della sua storia: le casse comunali hanno un deficit di svariati milioni di euro, l’economia circostante è quasi paralizzata ed interi nuclei familiari hanno già abbandonato la cittadina. ”L’opposizione non deve, sostiene l’avv. Maria Crescente, una delle persone emergenti della politica cariatese nonché sostenitrice del PSI, partito maggioritario dell’attuale Amministrazione, trovare terreno fertile, ma onestà ed impegno che non possono dipendere da una ricandidatura o meno: restare su una poltrona, quando un cittadino non si sente rappresentato e tutelato non ha alcun valore. Il partito socialista e Cariati, conclude Maria Crescente, non sono finiti, ma si deve ritrovare unità e continuità nell’essere al servizio della cittadina tutta, con la chiarezza e la lealtà che da sempre ci contraddistingue”

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta