Intrattenimento riabilitativo per settanta diversamente abili

Una splendida giornata di sole ha fatto da cornice ad un brillante intrattenimento di riabilitazione per un nutrito gruppo (45 adulti e 25 bambini) di diversamente abili. La manifestazione si è svolta al lido balneare “Pino Tangari”, alla presenza delle autorità cittadine e di quelle sanitarie del Vittorio Cosentino di Cariati. Era presente, tra gli altri, il governatore della “Misericordia” di Ciro’ Marina, dott. Rosario Gangale. La manifestazione è stata voluta e organizzata dal direttore amministrativo Emanuele Maduli del Fisiocenter, ormai un importante realtà nell’organizzazione sanitaria di Cariati per quanto concerne i trattamenti riabilitativi. “L’apprezzamento di questa manifestazione, ha puntualizzato il dott. Michele Caligiuri, direttore sanitario del nosocomio cariatese, è stato visibilmente alto, testimonianza tangibile dell’alto livello di sensibilizzazione che queste iniziative possono promuovere”. I veri protagonisti della giornata sono stati i numerosi pazienti diversamente abili: giovani, anziani e bambini, che alla presenza dei loro familiari hanno ricevuto, da parte dello staff di specialisti del Fisiocenter, trattamenti di riabilitazione in un luogo piacevole come la battigia in una giornata assolata e favorevole ai trattamenti fisioterapici. “L’acqua e la sabbia diventano, ha dichiarato la dott.ssa Concetta Varano, fisiatra e direttore sanitario del Fisiocenter, il mezzo e lo strumento di intermediazione tra terapista e paziente, diventando strumento di relazione comunicativa in caso di disabilità grave”. Il numeroso gruppo di pazienti, ha precisato la psicologa Assunta Cosentino, ha dimostrato, per l’intera giornata, di apprezzare particolarmente la giornata di sensibilizzazione. “Il nostro obiettivo primario è di mettere insieme le terapie riabilitative con momenti di socializzazione. E’ fondamentale, ha concluso Assunta Cosentino, coinvolgere emotivamente il diversamente abile in una stimolante attività di gruppo, rompendo quel senso di isolamento e di emarginazione che spesso lo contraddistingue”. Soddisfatto il direttore del Fisiocenter per la riuscita della giornata. “Un obiettivo, a cui noi miriamo costantemente nei rapporti con le persone diversamente abili, ha affermato Emanuele Maduli, è quello di non farli sentire diversi. Giornate come queste li portano a confrontarsi, a rappresentarsi con gli altri e a sentirsi liberi senza essere giudicati, dimostrando agli intervenuti, ma soprattutto a se stessi di non essere “diversi”. Ho notato in loro, nei loro occhi, ma anche nei nostri, commozione, condivisione e una infinita gioia che ha trasformato una “semplice” gita al mare in una entusiasmante esperienza di vita”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta