Il Carnevale: spettacolo unico nel borgo di Cariati

Domenica 11 febbraio, nel centro storico di Cariati, gli alunni delle classi I e II E della scuola secondaria di I grado hanno partecipato alla “III edizione del Carnevale dei bambini di zia Nennè”.

Le maschere d’autore presentate dalla professoressa Carmela Fazio e gli studenti della I E, nascono dalla ricerca tra le arti visive, le maschere e nuovi modelli di rappresentazione e comprensione di sè e degli altri. I ragazzi, sotto la guida della professoressa, hanno interpretato una pagina di storia dell’arte delle avanguardie artistiche del ‘ 900, Kandinsky,  Mondrian,  Mirò, Calder, Delaunay, Vasarely, Niki de St Phalle, Matisse, Haring, diventando loro stessi i protagonisti, sfilando tra il pubblico e  accogliendo l’applauso sul palco.

Gli studenti della II E hanno dato vita allo spettacolo teatrale “Giangurgolo, servitore di due padroni,” incursione guidata nel mondo della Commedia dell’Arte, con testo riadattato dalle professoresse Carmela Fazio, Alessandra Patitucci, Anastasia Faragò, service e grafica curata dall’ingegnere Domenico Liguori, scenografia dalla sig.ra Concetta Cuparo supportata dai genitori della classe, e regia e costumi dalla prof.ssa Carmela Fazio. Il Dirigente Scolastico, professore Alessandro Turano, ha supportato e lodato l’iniziativa intrapresa e portata a termine dai docenti nonché dal gruppo classe.

Nell’incantevole scenario del borgo cittadino, i giovani attori hanno dato vita a una performance che ha catturato l’attenzione di tutti i presenti. La commedia ha saputo mescolare umorismo e satire in un mix irresistibile.  I protagonisti, con il loro impegno e la loro bravura, hanno conquistato il pubblico fin dalle prime battute. Ogni personaggio è stato reso vivo e memorabile grazie alle interpretazioni brillanti dei ragazzi, che hanno dimostrato talento e dedizione. La trama della commedia ha saputo intrattenere e coinvolgere il pubblico, con situazioni esilaranti e dialoghi spiritosi. I giovani attori hanno dimostrato una padronanza scenica sorprendente, muovendosi con sicurezza sul palco e mantenendo alta l’energia per tutta la durata dello spettacolo. Al termine dello spettacolo, gli applausi del pubblico e la targa consegnata agli studenti hanno testimoniato il loro successo. In un periodo in cui il divertimento e la spensieratezza sono più che mai necessari, la commedia messa in scena dai ragazzi è stata una boccata d’aria fresca, un’occasione per dimenticare i problemi e lasciarsi trasportare dalla magia del teatro. Un applauso meritato a questi giovani talentuosi che hanno regalato al pubblico un momento di leggerezza e allegria.

La F.S. alla comunicazione

Donatella Oliverio

Print Friendly, PDF & Email

Visits: 116

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta