Grande partecipazione per la Celebrazione Eucaristica dell’Opus Dei

La Prelatura presente anche all’inaugurazione della sede Gruppo Scout

 

Un momento d’intensa spiritualità. Un tripudio di fede e valori condivisi. “Una giornata di gioia”, come è stata a giusta ragione definita, all’inizio della sua omelia, da Don Alfonso Guijarro, sacerdote della Prelatura dell’Opus Dei.

È difficile dare una definizione univoca dell’iniziativa svoltasi la scorsa domenica mattina a Corigliano Calabro, ma l’esito positivo non cambia, così come l’unanime soddisfazione. Una gremita Chiesa parrocchiale Maria Santissima Immacolata dello Scalo cittadino ha infatti atteso e partecipato alla Celebrazione Eucaristica officiata in onore di San Josemaria Escrivà de Balaguer, fondatore dell’Opus Dei e figura carismatica, il cui insegnamento è oggi più che mai prezioso e attuale. Scelta certamente non casuale, quella della Parrocchia dell’Immacolata, guidata con saggezza dal sacerdote Don Gino Esposito da ormai diversi anni, poiché al suo interno è custodita, grazie alla forte volontà di tutti i Cooperatori dell’Opera del territorio, una reliquia del Santo.

Gli stessi Cooperatori che tanto si sono prodigati per tale momento di preghiera tenutosi domenica mattina. Alla Celebrazione erano presenti Don Alfonso Guijarro della Prelatura dell’Opus Dei e l’ingegnere Alvaro Gamiz, numerario dell’Opera, che ha vissuto sia con il Beato Alvaro Del Portillo che con il secondo successore di San Josemaria Escrivà, ovvero Mons. Javier Echevarria, Prelato deceduto il 12 dicembre scorso.

Significativo e degno di nota il fatto che il 30 novembre di quest’anno, nel corso del loro ultimo incontro, l’ing. Alvaro e il Prelato hanno parlato di Corigliano e di questa feconda realtà dell’Opera, vero e proprio punto di riferimento per la città e l’intero territorio. Il prelato, in tale occasione, è stato anche informato dell’iniziativa in programma per domenica 18 dicembre, alla quale avrebbero partecipato anche gli Scout, e tantissima fu la contentezza del Prelato che più volte ha ribadito che “la salvezza viene dal Sud”.

Alla Cerimonia di domenica hanno partecipato, oltre che i numerosi Cooperatori dell’Opera e molti simpatizzanti della Prelatura, i Sindaci dei comuni di Corigliano, Rossano e San Cosmo Albanese. Presenze illustri che hanno testimoniato la bontà e l’importanza dell’iniziativa e rappresentato un raggiante momento di unificazione territoriale. Alla Celebrazione hanno partecipato inoltre ben 50 componenti del Gruppo Scout Corigliano 1, che hanno animato con passione e competenza la liturgia, e nel pomeriggio di domenica hanno poi inaugurato la loro sede, situata in via Nazionale n. 369 di Corigliano Scalo, alla presenza di S.E. Mons. Giuseppe Satriano, Vescovo della Diocesi di Rossano-Cariati. All’iniziativa inaugurale ha preso parte anche l’ing. Alvaro, accompagnato da alcuni Cooperatori dell’Opera.

Sono proprio i Cooperatori, a margine di questo riuscitissimo momento vissuto all’insegna della fede e dell’aggregazione, a rinnovare il loro più sentito ringraziamento nei confronti di Don Gino Esposito, per la generosità e la dedizione profusi nella guida della Parrocchia Maria Santissima Immacolata. Gli stessi Cooperatori, mossi da fede e carità, hanno già iniziato a lavorare per un’iniziativa di indubbia utilità sociale, ossia uno Spettacolo Teatrale di Solidarietà che si terra sabato 29 aprile al cinema-teatro Metropol di Corigliano, il cui ricavato sarà devoluto a favore della Caritas Diocesana e del Progetto Saxum.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta