DIMA, IL PD PERDE I MODERATI

È FUGA: IN PARLAMENTO, COME NEL TERRITORIO PONTE TRIONTO, NEI GIORNI SCORI PRIMI RILIEVI ROSSANO (CS), Mercoledì 24 Febbraio 2010 – Il Partito Democratico, in questi ultimi giorni, tra Camera e Senato, ha perso circa una quindicina di parlamentari. L’area moderata trova sempre più disagio a stare con la sinistra. L’anomalia italiana è tutta qui e resta circoscritta all’interno di un centro sinistra dalla doppia morale e dal doppio volto. Succede così, su scala nazionale e, quindi, anche a livello territoriale. Nessuno scandalo. Anzi. Ha commentato così il recente passaggio degli esponenti rossanesi dell’Udeur al PDL, l’On. Giovanni DIMA, partecipando ad un incontro pubblico alla presenza del candidato al rinnovo del Consiglio Regionale Giuseppe CAPUTO. Dal quadro politico nazionale a quello locale, la filosofia di fondo, meglio dire i disagi, appaiono gli stessi con analoghe conseguenze: i centristi, l’area cattolico-moderata in generale, trova più di una difficoltà – ha argomentato DIMA – a restare in una coalizione di centro sinistra, nel PD, nel quale le contraddizioni, su tutto ed in primis sui valori, non possono trovare alcuna sintesi, né ideale né tantomeno di governo. Il “caso Binetti” – ha chiosato DIMA – è forse la punta di un iceberg. Del resto, in Europa, le grandi famiglie politiche sono molto coerenti al loro interno. Ed è giusto che, soprattutto se si parla di valori e principi, nonostante le diverse provenienze, i simili stiano con i simili. Il deputato PDL ha quindi offerto spunti ed aggiornamenti in merito alla questione ammodernamento SS106, mai attuale come in questo periodo, attesi gli impegni concreti che una rinnovata sinergia istituzionale sta producendo, nonostante la mole complessiva, in termini. In particolare, DIMA ha informato circa i lavori per il raddoppio del PONTE TRIONTO, tra Rossano e Crosia. Per il progetto stabilito dall’Anas, per un investimento di oltre 2 Milioni di Euro sono già stati effettuati, nei giorni scorsi, i primi rilievi. E’ stato inoltre ribadita l’esistenza del progetto per la messa in sicurezza del tratto della SS106 Rossano-Crotone per un investimento pari a 77 Milioni di Euro e per, 2 Miliardi di Euro, del tratto Sibari-Rocca Imperiale-Taranto.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta