Comunicato stampa Coordinamento politico PD – La Scelta

LA MAGGIORANZA CON ARROGANZA MODIFICA LO STATUTO COMUNALE e CHIUDE ALLA COLLABORAZIONE delle MINORANZE

 

La maggioranza cambia lo Statuto Comunale e respinge l’apertura della minoranza (Gruppo PD e Cariati pulita) ad una partecipazione e condivisione di quello che, di fatto, è “la Costituzione” del nostro Ente.

In un consiglio comunale concitato si è verificato tutto ciò che non era auspicabile: in barba ad ogni regola democratica, non solo la maggioranza Greco ha respinto ogni proposta di modifica fatta pervenire dalle minoranze, ma è rimasta indifferente finanche alla richiesta di maggiore partecipazione e coinvolgimento della cittadinanza, delle categorie e di esperti prima di procedere alla modifica della nostra Costituzione.

Inoltre, confermando l’intento di voler frettolosamente votare le sole modifiche proposte dalla maggioranza, veniva respinta la proposta d’istituzione preliminare di una commissione consiliare per la revisione integrale dello Statuto, richiesta come punto aggiuntivo dai soli consiglieri di minoranza Agazio,  Crescente, Trento e Scorpiniti e completamente ignorata dalla maggioranza, anche in contrasto con quanto concordato nella conferenza dei capigruppo del 31 Ottobre e con quanto detto dal Sindaco, in quanto il punto della Commissione è stato portato alla discussione solo grazie ai consiglieri di minoranza.

Un scelta inspiegabile che contrasta con i proclami di partecipazione e di trasparenza sbandierati a gran voce dalla maggioranza dell’Alternativa, oltre che in netto contrasto con i principi democratici e le regole della Politica e del civile confronto.

Un atteggiamento arrogante e che ci auguriamo isolato, che scrive una delle pagine più buie della nostra storia democratica e che vede, nella modifica affrettata e solitaria del nostro statuto comunale, realizzarsi un disegno di chiusura ad ogni contributo di collaborazione,  di chi vuole – probabilmente – gestire il comune come “cosa propria”, ignorando pur le minime garanzie previste e correlate alla realizzazione di interessi pubblici cui l’ente dovrebbe propendere.

Tuttavia, Noi come gruppo politico del PD – La Scelta continueremo a fare un’opposizione costruttiva, in barba a ciò che la maggioranza vuol far credere alla gente,  non rinunciando al nostro mandato politico di vigilanza e controllo e ad offrire la nostra collaborazione intorno a proposte condivise e che possono fare progredire il nostro paese, come dimostrato dal fatto che in consiglio abbiamo sostenuto la proposta di apertura del centro di raccolta rifiuti e della differenziata e votato l’approvazione del PAES proposti dalla maggioranza.

Allo stesso tempo, se dovesse persistere l’atteggiamento di chiusura della maggioranza nei confronti di ogni proposta e/o suggerimento che faremo e palesata nei toni aspri di autorevoli esponenti della maggioranza e  negli atteggiamenti poco democratici mostrati nell’ultimo consiglio comunale, che condanniamo e respingiamo, , useremo ogni strumento politico e democratico a conforto delle nostre ragioni ed al solo fine di dare un impulso positivo al nostro paese.

Per il futuro sia chiaro che nessuno potrà impedirci di esercitare –  liberamente e in ogni sede – il nostro ruolo di controllo e di vigilanza politico – amministrativa, e, se del caso informeremo anche S.E. il Prefetto, perché auspichiamo cheprima degli interessi di parte, debbano essere tutelati i diritti di tutti i cittadini e  la  difesa della democrazia e delle istituzioni comunali.

 

Coordinamento politico PD – La Scelta

Print Friendly, PDF & Email