CICLONE NETTUNO, AGRICOLTURA IN GINOCCHIO

ROSSANO (Cs) – Giovedì, 9 Gennaio 2014 – Ciclone Nettuno, la Regione Calabria riconosca lo stato di calamità naturale e si adoperi per garantire agevolazioni fiscali e contributive al settore agricolo. I danni causati dal maltempo, nel novembre scorso, hanno messo in ginocchio i comparti dell’agrumicoltura e dell’olivicoltura, tra le maggiori fonti produttive e di reddito di questo territorio. Oltre allo stanziamento dei relativi finanziamenti, previsti in queste situazioni d’emergenza, urge agevolare le imprese garantendo loro validi strumenti che ne consentano il rapido riavvio delle attività. È questo, in sintesi, il contenuto della missiva che il Sindaco Giuseppe Antoniotti ed il presidente del Consiglio comunale Vincenzo Scarcello hanno trasmesso stamani (giovedì, 13 febbraio), al Presidente della Giunta regionale Calabria Giuseppe Scopelliti, all’Assessore all’Agricoltura Michele Trematerra e al sottosegretario regionale alla Protezione Civile Giovanni Dima. Una lettera che fa seguito alla deliberazione della Giunta comunale di richiesta per il riconoscimento dello stato di calamità naturale, approvata nelle ore successive ai gravi eventi atmosferici, e supportata da una sottoscrizione di un gruppo di imprenditori agricoli rossanesi, protocollata dalla Caa-Cia Rossano nel dicembre scorso. A causa dei danni provocati dalle sfavorevoli condizioni atmosferiche che si sono abbattute sul nostro territorio, dapprima nei giorni 15 e 16 novembre 2013 e successivamente, in modo ancora più grave nei primi giorni dello scorso mese di dicembre – dicono Antoniotti e Scarcello – urgono seri ed incisivi interventi, che rilancino le attese del comparto agricolo, maggiormente colpito da tali manifestazioni meteorologiche. A seguito degli eventi calamitosi, la Giunta comunale di Rossano, attraverso apposita delibera, ha subito richiesto il riconoscimento dello stato di calamità naturale nel territorio di Rossano, sulla scorta di una prima sommaria stima dei danni. In seguito, lo scorso mese di dicembre – aggiungono – abbiamo accolto le istanze di numerosi agricoltori del territorio già fortemente penalizzati da una difficile condizione del mercato, e che a seguito delle abbondanti precipitazioni hanno subito perdite e danni economici rilevanti, che vedono il settore olivicolo e agrumicolo completamente in ginocchio. Pertanto ci siamo fatti carico di investire della problematica la Regione Calabria e chiedere al presidente Scopelliti, all’assessore Trematerra e al sottosegretario Dima, un tempestivo intervento affinché si possa attuare ogni utile iniziativa destinata a garantire un supporto concreto alle aziende. Ciò, attraverso il riconoscimento, su tutti, dello stato di calamità naturale, ma anche prevedendo sgravi fiscali e agevolazioni sull’acquisto dei carburanti. Siamo convinti, infatti – concludono il Sindaco ed il Presidente del Consiglio comunale – che i soli contributi economici non servirebbero al superamento della criticità palesatasi. Siamo certi che la Regione Calabria si dimostrerà sensibile alle sollecitazioni di questo territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta