Ci risiamo! L’acqua erogata dalla condotta comunale non è potabile.

rubinetto20RIDUZIONE20POCA20ACQUAIl Sindaco di cariati, avv. Filippo Sero, giorno 8 marzo 2016, emette l’ordinanza sindacale n. 4/2016 che ha come oggetto la sospensione dell’erogazione idrica dalle fontanine pubbliche e l’interdizione dell’uso potabile dell’acqua erogata dalla condotta comunale in tutto il territorio comunale.

Il Sindaco vista la nota ASP del 07/03/2016, in cui veniva comunicato che, su richiesta del Nucleo Operativo Ecologico (NOE) del Comando Regionale della Calabria, personale TdP-UPG del S.I.A.N ha effettuato campionamenti di acqua provenienti dalla rete idrica comunale, destinata al consumo umano,  da punti di prelievo distribuiti su tutto il territorio comunale e, in particolare, dai seguenti punti: 1) Abitazione Varrina Vincenzo, Via S. Mauro, n. 73; 2) Abitazione Serra Cataldo, Via C. Pavese, n. 6; 3) Fioraio Caniglia Lucia, Via Fuori Porta Pia, n. 6; 4) servizi igienici Palazzo comunale, P.zza Rocco Trento; 5) Cucina IPSIA, Istituto Alberghiero; 6) Farmacia dott.ssa Rubino, Via Tramonti s.n.c.; 7) Supermercato Pirillo Concetta, C/da Santa Maria, n. 19; 8) Ufficio Capitaneria di Porto.

 

Nella medesima nota si comunica che dei suddetti punti di prelievo la relazione d’analisi microbiologiche su “risultati parziali” trasmesse dall’A.R.P.A.C.A.L. – Dipartimento Provinciale di Cosenza, Servizio Esterno “Alimenti e Bevande” su tutto il territorio comunale – ha evidenziato  nel solo predetto punto 3) Fioraio Caniglia Lucia, Via Fuori Porta Pia n. 6 (reg. campione n. 597), la presenza di valori microbiologici non conformi ai limiti stabiliti dal D.Lgs. 31/2001 e succ. m.i. relativamente al parametro dei coliformi (parametro indicatore), con un valore rilevato di 5/100 ml.

 

Tale ipotesi è ulteriormente avvalorata dal risultato delle analisi in autocontrollo, condotte da Laboratorio accreditato, su prelievi effettuati il 22 febbraio u.s.; ritenuto quindi opportuno, attenersi alle indicazioni del S.I.A.N. sopra pedissequamente riportate, almeno in attesa delle dovute verifiche e dei richiesti interventi.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta