CARO BOLLETTE, ALLE ORE 20 CARIATI SPEGNE LE LUCI

COMUNICATO STAMPA N.25 – FONTE: COMUNE DI CARIATI (Cs) – 10.2.2022


ENTE HA ADERITO AD INIZIATIVA ANCI 

SERVIZI, IL SINDACO: PER COMUNI IN DISSESTO DIFFICOLTÀ DOPPIA

CARIATI (Cs), giovedì 10 febbraio 2022 – Per un comune in dissesto, il rincaro dei costi dell’energia elettrica rappresenta un’ulteriore zavorra per una macchina amministrativa che, senza risorse umane e fondi, non può stare al passo con le esigenze di una comunità che reclama, a giusto titolo, servizi. La difficoltà è doppia anche per i sindaci, lasciati soli e impossibilitati a dare risposte ai cittadini. Se la prospettiva è questa, non resta che spegnere le luci e accendere le candele come negli anni bui del cosiddetto Medioevo.

È quanto dichiara il Sindaco Filomena Greco informando che l’Amministrazione Comunale ha aderito all’iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) per oggi, giovedì 10 febbraio: alle ore 20 saranno spente tutte le luci pubbliche sul territorio comunale.

Facciamo nostro e condividiamo – aggiunge il Primo Cittadino – l’appello rivolto ai deputati e ai senatori affinchè si facciano portavoce presso il Governo della necessità di assumere in sede legislativa provvedimenti utili a sostenere i comuni e fronteggiare la crisi con l’istituzione di un fondo per la compensazione di maggiori costi sostenuti, dovuti all’incremento dell’energia elettrica e del gas.

Il rischio a cui si va incontro – prosegue – è quello di colpire molto duramente non solo i bilanci dei comuni, ma avere una pesante ricaduta sui servizi erogati ai cittadini, con l’inevitabile effetto di aumenti tariffari. Non osiamo immaginare – conclude la Greco – specie in questo momento di difficoltà legato al Covid – a quali inevitabili tensioni di carattere sociale potremmo andare incontro.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta