CARIATI. TRE GIORNI DI LUCE

COMUNICATO STAMPA

Nei giorni scorsi in Cariati si è verificato un evento insolito per la comunità locale. I cavalieri Templari della Commenda San Giovanni, operante sul territorio cariatese,  hanno accompagnato la Luce della Pace in giro per la città. La santa fiammella, partita circa una settimana prima da Betlemme, dopo essere stata accesa dagli Scout presso la Chiesa della Natività, è stata raggiunta da una rappresentanza dei Cavalieri Templari della Commenda San Giovanni di Cariati nella giornata di Sabato 17 Dicembre a Lamezia, durante il suo transito in treno verso le mete del Sud Italia.

L’indomani attendevano il messaggio d’amore e di pace tutti gli anziani della Comunità Alloggio “San Cataldo” dove la D.ssa Graziella Russo, coordinatrice, insieme a tutto il resto dello staff, ha consentito l’incontro tra la santa fiammella e le persone ospiti della struttura. Gli anziani, che rappresentano la parte più saggia e mite della popolazione cariatese, hanno ben accolto il simbolo di luce invocando  la pace nel mondo insieme ai cavalieri e allo staff, ed auguravano altresì ogni bene per le attività.

Subito dopo la fiammella veniva scortata fino alla Concattedrale di San Michele Arcangelo per essere accolta dalla comunità dei fedeli con la  benedizione del parroco Don Gino Esposito. La luce del Presepe, appena allestito, è stata accesa con la fiamma di Betlemme e, dopo la Santa Messa della Domenica, ai presenti è stato possibile attingere con stoppini e varie candele la luce da recare nelle proprie case e nelle case dei più bisognosi. La luce che illumina il presepe interno alla chiesa continuerà ad ardere ancora per molto tempo.

Lunedì 19 Dicembre la Luce non poteva mancare nelle scuole, i luoghi più vissuti dai giovani, che rappresentano lo spaccato più effervescente, brillante e dinamico della società cariatese. L’incontro tra i giovani  e la cultura dell’antica cavalleria, basati su principi solidi e sempre attuali, è stato interessante tanto da stimolare da subito nuove iniziative, in fase di definizione. L’evento ha reso partecipi gli insegnanti e la Dirigente Sara Giulia Aiello dell’Istituto di Via Nicola Golia, ove si è svolta la manifestazione. Tanto i docenti quanto gli alunni hanno partecipato attivamente alla giornata, un po’ insolita, un po’ intrisa di mistero e soprattutto molto ricca di dettagli e di dubbi che sicuramente favoriranno la curiosità e la crescita intellettuale di giovani uomini e donne. La Prof.ssa Daniela Mancini per l’occasione ha realizzato anche un dolce a tema.

Successivamente la luce della pace ha raggiunto anche alcune famiglie ove è stata accolta con entusiasmo.

In un clima di gioia e di fratellanza, con la partecipazione di numerose persone, ha prevalso il messaggio dell’importanza del bene nel mondo, della pace tra gli uomini e della cura delle opere buone per l’eternità dell’anima.

La fiamma che arde, illumina e annulla il buio dei nostri occhi e dei nostri cuori, nella speranza di un futuro migliore e più giusto.

Sia guida per tutti gli uomini e le donne della Terra.

Print Friendly, PDF & Email

Views: 4

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta