CARIATI. RIAPERTURA OSPEDALE, SINDACO PER UNITÀ

DOMENICA 15 MANIFESTAZIONE TERRITORIALE PER OSPEDALE

COMUNICATO STAMPA N. 202 – FONTE: COMUNE DI CARIATI (CS) – 12.11.2020


DIRITTO SALUTE, BATTAGLIA SI COMBATTE CON E PER CITTADINI

Cariati (Cs), giovedì 12 novembre 2020 – Re-immissione dell’ex Ospedale di Cariati nella rete ospedaliera regionale, in vista della manifestazione in forma statica prevista per domenica 15, alle ore 10, nel piazzale antistante il Vittorio Cosentino, considerato che la questione riguarda un bacino che supera i confini comunali, si stanno coinvolgendo tutti i comuni del basso jonio cosentino e dell’alto jonio crotonese. È strategica la scelta di costituire un tavolo con tecnici e manager competenti in materia sanitaria; indispensabile la formazione di un comitato cittadino, senza badare ad appartenenze e colori politici. L’obiettivo è quello di poter offrire da parte di tutti, istituzioni, comunità ed esperti, il proprio contributo nella battaglia per il diritto alla salute.

È quanto è stato concordato nel corso dell’incontro ad hoc convocato e tenutosi oggi (giovedì 12) al Cinema Teatro che ha fatto registrare, con rammarico, l’assenza della minoranza consiliare.

Dispiace – dichiara il Sindaco Filomena Greco – perché ci era sembrato di capire, nella manifestazione ospitata domenica scorsa nello stesso posto, che l’opposizione, rispondendo alle richieste di unità avanzate dalla cittadinanza, si era dimostrata disponibile – come aveva detto – a mettere da parte le contrapposizioni politiche e ad iniziare un nuovo percorso con lo sguardo rivolto al futuro per il raggiungimento di uno scopo comune. Non possiamo che prenderne atto insieme a tutti i cittadini che con forza continuano a chiedere coesione e non divisioni. Il tema ed il momento richiedono serietà e responsabilità. È con questo spirito che andremo avanti con e per i cittadini per ottenere la riapertura del presidio ospedaliero di Cariati.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta