CARIATI PUNTO E A CAPO: I CITTADINI SONO ESASPERATI

Grazie alla Dis-Amministrazione Alternativa&company è da ormai 4 e dannosi anni che la nostra Cittadina si ritrova ad essere in perenne emergenza in piena stagione estiva, esasperando cittadini e turisti con gravi ripercussioni non solo sull’immagine, ma anche e soprattutto sulla precaria economia degli operatori turistici che dopo il problema dei continui sversamenti fognari dell’estate2020, le chiusure invernali forzate a causa della pandemia, sono ora costretti a subire nella stagione estiva 2021 l’emergenza relativa alla mancanza di acqua.
L’Alternativa Amministrazione&company, come sua consuetudine, tende a scaricare totalmente le responsabilità su altri senza tener conto che la responsabilità di tutto ciò è da attribuire ad una evidente inadeguatezza e superficialità amministrativa, priva della programmazione necessaria per prevenire queste criticità, che, a conclusione della stagione estiva, cadono inspiegabilmente nel dimenticatoio, come se nulla fosse successo.
Già da diverso tempo, come consiglieri di minoranza ci stiamo occupando con molta difficoltà dell’importantissimo finanziamento di 750.000,00 euro che riguarda la sistemazione del depuratore comunale e del rifacimento della rete idrica di contrada Villari, ormai risalente al 2018, rispetto al quale pochi giorni fa abbiamo ancora una volta richiesto la documentazione relativa, per capire il perché di questi incomprensibili ritardi nell’inizio dei lavori, come anche quelli riguardanti il progetto di bonifica di località Varco.
Sarebbe opportuno a nostro avviso inoltre, informare la cittadinanza sul tipo di progettazione che l’Amministrazione intende mettere in atto per la messa in sicurezza di un sito, che secondo i dati ARPACAL e secondo il Ministero dell’Ambiente risulta inserito tra i siti ad alto rischio della regione Calabria.
Naturalmente non potevano non richiedere anche tutti gli atti ed i documenti relativi alla carenza idrica, in quanto fortemente intenzionate a capire le reali responsabilità dell’amministrazione in merito a questa evitabile emergenza.
Nell’ottica di una nuova azione consiliare anche propositiva è stata avanzata da noi consiglieri del gruppo “Cariati Punto e a Capo” alla sindaca la proposta protocollata in data 5 agosto di semplificare e rendere trasparente la modalità per richiedere la fornitura dell’acqua e soprattutto di avviare urgentemente una manifestazione di interesse pubblica al fine di individuare operatori qualificati e disponibili alla distribuzione di acqua per uso umano ai cittadini che ne abbisognano, ritenendo insufficiente l’utilizzo di un unico operatore, per come sta avvenendo, su tutto il territorio comunale.
Nell’esprimere piena solidarietà a tutti i cariatesi e turisti che stanno vivendo in prima persona i disagi di questa emergenza, garantiamo naturalmente, che continueremo a vigilare ed a tenere alta la nostra attenzione al fine di riuscire a stimolare coloro i quali dovrebbero risolvere i problemi a farlo, pur convinte che l’unica e plausibile soluzione cara Dis-Amministrazione sia solo una: DIMETTETEVI!
Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta