CALCIO: Rallenta, la marcia del Cariati, finisce in parità la partita con lo Scandale.

Scandale 2 – Cariati 2 Marcatori: 20’ Scalise, 23’ Izzo, 45’ Palermo, 65’ Apicella (rig.) Scandale: Cursio 6, Borda 6, Cutuli 6,5, Cusato 6,5, Lumare 6,5, Mauro Matteo I 6,5, Palermo 7,5, Grisi 6, Lucanto 6,5, Scalise 7, Mauro Fortunato 6. All: Castagnino Cariati: Curatolo 5, Patera 6, Montesanto 5, (80’ lombisani s.v.), Varquez 6, Graziano Ivan 6, Scarpello 6, Graziano Leonardo 6 (46 Potrone 6,5), Castignanò 6,5, Apicella 7, Cristaldi 6, Izzo 7. All: Filareti Vincenzo 6 Arbitro: Fresca Daniele 6,5 Match spettacolare allo stadio comunale di Scandale tra la compagine di casa e il Cariati. Le due squadre durante i novanta minuti di gioco non si risparmiano affatto e creano diverse palle-gol, fallite dagli avanti o respinte da Cursio e Curatolo. Rallenta, però, la marcia del Cariati, dopo gli ultimi successi conseguiti con la capolista URIA 2000 in campo esterno e poi, domenica scorsa, al comunale di Cariati col Petronà. Punto pesante e qualificante, invece, per gli uomini di mister Castagnino, che tuttavia non hanno saputo capitalizzare le occasioni da rete create da Grisi e Cusato. Non decolla, invece,il Cariati, evidenziando, invece, insospettabili limiti di personalità, incapace anche di sapere reagire con veemenza al gol dell’effimero vantaggio di Palermo. E non è servito a nulla nemmeno il gol dell’ultimo acquisto Izzo che, solo dopo tre minuti, pareggia il gol di Scalise. Resta il fatto che se in campo c’era una squadra meritevole dei tre punti, questa era lo Scandale di mister Castagnino, brava a contendere la posta al blasonato Cariati fino a sfiorare più volte il colpo del K.O. La compagine di mister Vincenzo Filareti si regala un buon predominio di gioco, inutile e sterile. Contro lo Scandale, il Cariati del presidente Sabatino Tosto si è mostrata ferraginosa nella costruzione del gioco, non trova spazi nella munita difesa locale e si fa trafiggere ingenuamente ben due volte da Scalise e Palermo. Apicella e compagni sbagliano tanto, decisamente troppo; il collettivo di mister Filareti fa vedere il potenziale che dispone ma frena quando si tratta di concretizzare e far valere la legge del più forte. Così i ragazzi di mister Castagnino si prendono il lusso di bloccare parzialmente il cammino della terza forza del campionato di prima categoria, girone B.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta