BORSE STUDIO 2010-2011, RITARDI NELL’EROGAZIONE

CARIATI (Cs), Venerdì 13 Luglio 2012 – Borse di studio 2010-2011 e fornitura gratuita dei libri di testo 2011-2012, ancora ritardi nell’erogazione. Nessun contributo è fino ad ora entrato nelle casse del Comune. A tutt’oggi la Regione non ha accreditato né a questo Ente né ad altri comuni calabresi il fondo come previsto. È quanto fa sapere l’assessore alla comunicazione con delega alle politiche sociali e della casa Sergio SALVATI. Non abbiamo ancora incassato quei soldi. C’è la massima collaborazione e trasparenza – dichiara l’assessore SALVATI – tranquillizzando le famiglie che ancora aspettano l’erogazione. Purtroppo è un ritardo che non dipende da noi. Più volte mi sono recato alla Regione per sollecitare l’iter – continua – ma con scarsi risultati. In questi giorni andrò nuovamente a valutare la situazione sperando di avere buone notizie. Saremo puntuali – conclude SALVATI – a trasferire ai cittadini le somme che gli spettano non appena arriveranno al Comune. Questi i fatti. Borse di Studio – La Regione Calabria, in data 25 Maggio 2011 aveva approvato il bando per le assegnazioni delle borse di studio stabilendo i termini e le modalità di presentazione delle domande. Questa, dopo aver preso atto degli elenchi dei beneficiari trasmessi dai Comuni, avrebbe dovuto definire il decreto di liquidazione e accreditare ai comuni le somme dovuto. Il tutto presumibilmente entro il 30 Ottobre 2011. Dopo questa operazione, il Comune avrebbe dovuto provvedere ad erogare il contributo alle scuole entro 15 giorni dal ricevimento del contributo. 878 domande sono le domande che il Comune di Cariati ha trasmesso al Dipartimento della Regione. L’importo complessivo del contributo ammonta a 92.045.00. Ad oggi però, ancora, non risulta alcun accredito. – Fornitura gratuita o semi gratuita dei libri di testo 2011-2012. In data 20 Gennaio 2012, la Regione ha comunicato al Comune l’assegnazione della somma complessiva di euro 60.674.03. La comunicazione stabiliva che dopo l’accreditamento da parte del Ministero dell’Interno alla Regione, si sarebbe provveduto a definire il decreto dirigenziale di liquidazione in favore dei Comuni. L’Ente ha stabilito i criteri per l’assegnazione del fondo e l’ufficio ha poi provveduto alla predisposizione dell’avviso pubblico per la raccolta delle domande. Ad oggi complessivamente sono 162 le domande per la scuola media inferiore e 180 per la scuola superiore 1°e 2°.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta