Amministrative 2016: servono idee fresche e innovative

Nel panorama delle quattro liste ci sono volti noti e meno noti

Elezioni amministrative

La campagna elettorale a Cariati non comincia oggi. E’ iniziata quasi dieci mesi fa. Quando la scorsa estate, in pieno agosto, si sono già delineate alcune intese politico programmatiche che poi hanno trovato, nella gran parte dei casi, le loro conferme. Anche se si voleva far comprendere il contrario.

La prima impressione dopo la presentazione delle liste elettorali é del tutto semplice. Tanti saranno i motivi, tante le ragioni, ma quattro candidati Sindaci a Cariati sono un’enormità. Segnale di una comunità sfilacciata e con infiniti personalismi. Voglio solo ricordare che si può portare al propio Paese un contributo fattivo e gratuito, in termini di professionalità, senso civico, supporto materiale e intellettuale, e tanto altro ancora, non per forza da Consiglieri eletti.

Anzi. I più interessanti contributi, in particolare nei piccoli centri quanto Cariati, per lo più derivano da persone, che senza secondo fine, mostrano il proprio piacere di collaborare al miglioramento del contesto in cui vivono. E sono proprio questo soggetti che alla fine offrono alla comunità i più qualificati apporti. Quindi, forse un ragionamento diverso andava impostato in partenza. E dovevano farlo in tanti, invece di fare la corsa alla candidatura e a frantumare il voto pur di dire sono candidato.

Nel panorama delle quattro liste ci sono volti noti e meno noti. Persone alla loro prima esperienza e altre che già hanno provato le stesse emozioni. Il consiglio che mi sento di dare ai vari candidati Sindaci e Consiglieri: é di impostare una campagna elettorale, in un paese fermo, con lo sguardo proiettato al futuro.

Servono idee fresche e innovative. Non analisti che si soffermano su ciò che é accaduto in questi anni. Bensì progettualità e concretezza, in termini principalmente di reperimento delle risorse economiche, che segnino un reale cambio di passo. Altrimenti il domani sarà uguale al presente e i cariatesi e chi, quanto il sottoscritto ama Cariati, non lo meritano.

Insomma, le prossime amministrative potrebbero essere una grande occasione. Ma per non perderla bisogna non fare voli pindarici. Si tratta di capire chi ci mette cuore e coraggio, pensando a Cariati e non a se stesso!

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta