Alcuni sindaci e tecnici di comuni dello ionio cosentino denunciati per disastro ambientale.

Il Corpo forestale dello Stato e gli uomini dalla Capitaneria di Porto di Corigliano Calabro, stamattina, hanno proceduto al sequestro dei depuratori dei comuni di Rossano, Corigliano, Bocchigliero, Caloveto, Paludi, Campana, Terravecchia e Longobucco. Il procuratore facente funzioni di Rossano Eugenio Facciolla, ha denunciato i sindaci e i tecnici dei Comuni interessati, iscrivendoli nel registro degli indagati, nell’ambito dell’operazione “Calipso”, una indagine protratta nel tempo e condotta dal Nucleo Investigativo Provinciale di Polizia Ambientale e Forestale di Cosenza. Il reato contestato è quello di disastro ambientale e danneggiamento di acque pubbliche.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta