Sybaris tra storia e leggenda

Sibari tra storia e leggenda


IL LIBRO DI FRANCO LIGUORI SULLA STORIA E LA LEGGENDA DI SIBARI
SYBARIS TRA STORIA E LEGGENDA
di Assunta Scorpiniti


Sibari, fondata dagli Achei alla fine dell’VIII secolo a.C. , fu la più ricca e potente colonia della Magna Grecia, celebre per la sua ricchezza, la sua pianura rigogliosa, le risorse, la vita politica, la cultura e la civiltà raffinata degli abitanti. Conoscerne la storia, dalle origini ai momenti culminanti, fino alla definitiva distruzione, ma anche scalare gli edifici immaginari dei suoi miti, cogliendo il valore delle sue testimonianze archeologiche, significa attestare un’appartenenza e avere presente un riferimento importante, nella ricerca di positivi modelli, più che mai necessari allo sviluppo della nostra terra. Il volume “Sybaris. Tra storia e leggenda”, scritto da Franco Liguori, e pubblicato per i tipi delle edizioni “Bakos”, offre un’ottima opportunità, oltre che per i contenuti, per la scrittura agevole e l’intento divulgativo con cui fa sintesi “di tutte le conoscenze definitivamente acquisite dalla ricerca scientifica, sulla storia e l’archeologia di Sybaris”. Liguori, che si dedica ormai da molti anni agli studi storici ed è autore di numerose pubblicazioni, propone, infatti, oltre agli aspetti politico-istituzionali, sociali ed economici, anche particolari meno noti, aneddoti, curiosità, vere e proprie “chicche” colte in molteplici punti d’osservazione, e senza, tuttavia, mai stancare il lettore. E così, dopo una puntuale introduzione sulla Magna Grecia, intesa come “fenomeno” originato dalle barche dei coloni che solcavano il mare Jonio, lo storico avvia il suo viaggio nel tempo, in uno sviluppo avvincente, quasi in forma di racconto. La “precolonizzazione”, risalente all’età micenea, preparò le rotte alla cosiddetta “colonizzazione storica” che produsse la fondazione di importanti centri sulle coste meridionali di una penisola allora considerata preziosa soprattutto sul piano commerciale. Sybaris arcaica, è ben esplorata da Liguori che, in tale ambito, focalizza il suo indagare sui caratteri della monetazione e dei culti religiosi. Non manca la narrazione delle storielle ordite nelle città rivali, e riprese dalla voce di autorevoli autori, sulla città, certamente splendida, ma indicata anche come luogo “dell’eccesso”, per la “mollezza” di abitanti vivaci e attivi, quanto amanti degli agi, del lusso e avvezzi a un costume corrotto. Il 510 a. C. segnò la fine di Sybaris, ad opera dei crotoniati, ma non della sua storia e dell’identità forte, che si riaffermò, dopo vari tentativi, nel 444, nella sua erede e “città ideale” che prese il nome di Thurii. La circostanza storica induce Liguori a soffermarsi sugli aspetti dell’elaborazione intellettuale alimentata dallo spirito ateniese emanato dal genio di Pericle, oltre che dal fervore dottrinale scaturito dalla presenza di Pitagora e del movimento degli Orfici, nonché ai percorsi letterari del un poeta Alessi “amato da Leopardi”.Quindi l’occupazione romana, e la fondazione di Copia (intorno al 193. a.C.). Alla puntualità del compendio, Liguori aggiunge un elemento non sempre presente in questo genere di pubblicazioni: la storia degli scavi e degli studi , a partire dalla ricerca del sito di Sibari, diretta nel 1879 dall’ing. Cavallai, e poi passando attraverso le campagne di scavo coordinate da celebri archeologi come Luigi Viola, Umberto Zanotti Bianco, scopritore della Sybaris arcaica, P. Giovanni Guzzo, co riferimento ai fondamentali apporti degli studiosi locali, delle nuove metodologie e dei dibattiti. Ell’ultima parte del volume, lo studioso fa il punto della ricerca più attuale, per introdurre un’ampia descrizione del parco archeologico e del museo di Sibari, con tutti i suoi tesori. Infine chiude, con le note e leggende su Sibari, evocate dai grandi autori della letteratura di viaggio, come Swinburne, Lenormant, l’abate Saint-Non.. Quest’ultimo contributo non stupisce, sottolinea il prof. Gian Piero Givigliano, ordinario di Storia Romana all’Università della Calabria, nella prefazione: Franco Liguori “coltiva gli studi storici insieme agli autori classici in un felice connubio, cui fanno da sfondo il mare verde degli ulivi millenari e quello azzurro dello Jonio”.


SCHEDA BIBLIOGRAFICA:
Franco Liguori
SYBARIS TRA STORIA E LEGGENDA
Edizioni “Bakos”

Print Friendly, PDF & Email