Sul PPI di Cariati interviene il Presidente del Consiglio Comunale: Bisogna passare dalle parole ai fatti!

Cariati ed il suo territorio necessitano di assistenza ospedaliera e di veder riconosciuto il proprio diritto alla salute. Bisogna passare dalle parole ai fatti, facendo sintesi tra le argomentazioni dei vari gruppi politici. In questo momento storico, in tema di sanità locale e regionale, servono unità, nuove impostazioni ed un percorso operativo efficace. Bisogna coinvolgere la società civile e gli operatori sanitari. In qualità di Presidente del Consiglio Comunale di Cariati, sulla problematica sarò disponibile a sentire tutti i gruppi consiliari. Potrebbe essere utile, a tal proposito, la convocazione di un consiglio comunale monotematico e la costituzione di una apposita consulta comunale, che segua l’evolversi della situazione e che individui le proposte da portare avanti. Ogni questione della sanità dovrà essere conosciuta ed affrontata in anticipo e nei tempi giusti, senza farci cogliere di sorpresa da atti definiti a nostra insaputa.

  • DICHIARAZIONE STAMPA –

La problematica della sanità locale è ritornata a galla nelle ultime ore in conseguenza della approvazione dell’ultimo schema di atto aziendale da parte dell’ASP di Cosenza (delibera del Direttore Generale dell’ASP di Cosenza n. 858 del 17/05/2017).

Il documento, passato con regolare e ufficiale deliberazione, è già al vaglio degli organi regionali.

Sono state rese note le decisioni non certo favorevoli per quanto riguarda la realtà sanitaria di Cariati e, giustamente, i diversi gruppi politici locali hanno manifestato le rispettive critiche posizioni.

Ritengo, tuttavia ed a questo punto, che sia assolutamente necessario passare dalle parole e dalle formali prese di posizione, ai fatti ed alle azioni concrete.

La problematica è troppo importante, il prezzo già saldato e che si potrebbe continuare a pagare in futuro è troppo alto, sia in termini di economia cittadina e territoriale, sia in termini di offerta sanitaria e, soprattutto, in termini di perdita di vite umane.

I cittadini di Cariati e dell’intero territorio, necessitano assolutamente di “assistenza ospedaliera” e di veder riconosciuto il loro sacrosanto “diritto alla salute”.

A tal fine, invito innanzitutto i vari gruppi politici a fare sintesi delle rispettive argomentazioni, lasciando da parte la “politica del fumo negli occhi”, le solite accuse reciproche, “lo scaricabarile” e le solite “difese d’ufficio”. Questi atteggiamenti politici, negli anni scorsi, sono stati fortemente negativi per l’ospedale e per tutto il paese.

Sulla responsabilità dell’accaduto in tema di sanità locale e regionale, almeno da un trentennio a questa parte, probabilmente tutti, ad ogni livello istituzionale e con ogni colore politico, dovrebbero fare una seria autocritica. In questo momento storico, invece, serve un chiaro cambio di impostazione ed un passo decisamente diverso. Bisogna fare tesoro degli errori del passato ed, in particolare, credo che occorra individuare un serio ed efficace percorso operativo comune.

La salute e la vita delle persone sono cose troppo importanti per dividersi e sono tematiche su cui ognuno deve dare, spassionatamente e sinceramente, il proprio contributo.

Penso, inoltre, che per seguire meglio la problematica bisognerebbe anche coinvolgere la società civile e le rappresentanze degli operatori sanitari, in particolare di quelli che quotidianamente assistono i malati e conoscono le loro problematiche e le loro difficoltà.

Su questa impostazione e per trovare delle concrete modalità di azione, in qualità di Presidente del Consiglio Comunale di Cariati, nei prossimi giorni sarò disponibile a sentire i vari gruppi consiliari e, se ritenuto opportuno, anche tutti i consiglieri singolarmente, nessuno escluso. Se necessario, mi attiverò per convocare un consiglio comunale monotematico sulle questioni della sanità locale.

Sarebbe utile, infine, anche la costituzione di una apposita consulta permanente che segua le vicende sanitarie, gli atti deliberativi dell’ASP, l’evolversi della situazione e che sappia individuare le giuste proposte da portare avanti nelle sedi competenti. In questi giorni, a tal proposito, è in via di redazione il regolamento consiliare che, qual’ora venga approvato dal consiglio comunale, darà la possibilità di costituire le consulte per le varie tematiche comunali.

Ogni questione della sanità, in sostanza, dovrà essere conosciuta ed affrontata in anticipo e nei tempi giusti, senza farci cogliere di sorpresa da atti già definiti a nostra insaputa.

CARIATI, 05/06/2017

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI CARIATI

Dott. Francesco Cosentino

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta