MORELLI: SERO È STATO SINDACO SERIO ASCIONE: RIVOLUZIONATI I SERVIZI SOCIALI SALVATI: ORA DEVE PARTIRE LA SECONDA FASE

MORELLI: SERO È STATO SINDACO SERIO ASCIONE: RIVOLUZIONATI I SERVIZI SOCIALI SALVATI: ORA DEVE PARTIRE LA SECONDA FASE CARIATI (Cs) – Lunedì, 9 Maggio 2011 – Ristrutturati e rilanciati i servizi sociali: raddoppiata l’assistenza agli anziani; attivato il trasporto pubblico; nuove politiche per l’integrazione scolastica, il sostegno diurno e domiciliare dei diversabili; aperto lo sportello emigrati. Abbiamo creato 35 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato e assegnato ben 220 sussidi economici ai giovani disoccupati. Tutte le opere pubbliche realizzate e portate a compimento rappresentano un volano per la nostra città. Le difficoltà finanziarie sono state per buona parte ereditate dalle gestioni precedenti. La sfida futura sarà quella della gestione di quanto fino ad oggi costruito. Il buon governo di questi primi cinque anni rappresenta soltanto il punto di partenza E’ stato, questo, il leit motiv dell’ultimo affollato comizio della lista N.2 “Viviamo Cariati – Insieme” a sostegno della ricandidatura a primo cittadino di Filippo SERO, svoltosi ieri (domenica 8) sul Lungomare. Oltre agli interventi del sindaco uscente, del capolista TRENTO e dei candidati consiglieri ASCIONE, MALARA, MINÒ, RIZZO e SALVATI, ha portato il suo contributo anche il consigliere regionale Franco MORELLI,presidente della commissione bilancio. La mia presenza – ha detto MORELLI – è una testimonianza di stima nei confronti di Filippo Sero: un sindaco serio che ha dimostrato di saper governare processi difficili. Le continuità amministrative sono importanti perché cinque anni sono pochi per concludere un progetto positivamente avviato e che deve portarsi a conclusione. – Grazie al supporto prezioso di Cataldo PERRI – è intervenuto Filippo ASCIONE, candidato consigliere ed espressione dell’associazione socio-politica “Nuova Cariati” – abbiamo portato alto il nome di Cariati nel mondo. È vero – ha aggiunto – sono stati spesi 24 mila euro, ma nell’arco dei cinque anni e per ospitare, nel corso di tanti e qualificati eventi culturali inaugurati dall’esecutivo uscente, personalità illustri ed ospiti prestigiosi, divenuti ambasciatori dell’immagine di Cariati in Italia e nel mondo. Dove li avremmo dovuti ospitare – si è chiesto ironicamente ASCIONE – forse in una tenda, con un panino, sul Lungomare? In tema di politiche sociali – ha proseguito – con gli stessi fondi di bilancio abbiamo assistito il doppio degli anziani. Abbiamo anche attivato uno sportello immigrati, abbiamo attuato una politica d’integrazione scolastica per gli alunni diversamente abili, garantito assistenza domiciliare ai non autosufficienti e aperto un centro diurno per diversabili nei locali dell’asilo nido. Con Filippo SERO – ha detto Sergio SALVATI, espressione del partito socialista – è stato istituito il servizio di trasporto pubblico cittadino. Una importante novità. E sempre SERO è il sindaco che ha realizzato e completato, dopo anni di abbandono, diverse opere pubbliche essenziali per la nostra comunità. Ora dovrà seguire una seconda fase: quella della loro gestione, perché queste opere rappresentano un volano di sviluppo per questa città. È stato ripristinato il servizio di pulizia delle vie cittadine – ha aggiunto – dando decoro a Cariati, ma anche nuove possibilità di lavoro stabilizzando i lavoratori ex Sibaritide. Sono state introdotte per la prima volta le borse lavoro, ben 220, per i disoccupati. – Ho amministrato Cariati con amore – ha concluso il comizio il candidato a sindaco Filippo SERO. Quello che abbiamo fatto è soltanto un punto di partenza. Iniziamo a confrontarci sui programmi – ha rivolto un appello agli avversari. La politica non s’improvvisa, richiede impegno costante. Dal 2006 ad oggi – ha concluso – pur in un momento di crisi fortissima nazionale ed internazionale abbiamo prodotto 35 posti di lavoro a tempo indeterminato. – QUESTA È POLITICA DEL FARE, CAPACITÀ DI GESTIRE IL PRESENTE E PROGRAMMARE IL FUTURO.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta