I consiglieri di minoranza chiedono, al Prefetto di essere ricevuti

I gruppi di opposizione del Comune di Cariati non demordono sulla critica situazione finanziaria dell’Ente e producono un esposto al Prefetto di Cosenza e al Ministero dell’Interno,per evidenziare,ancora una volta, le “capriole” della maggioranza sugli equilibri di bilancio.In sintesi, i consiglieri Filomena Greco,Tommasino Critelli,Francesco Cosentino e Mario Sero fanno presente agli organi superiori di controllo che gli atti adottati non rappresentano chiaramente la linearità contabile degli amministratori,ma,al contrario,dimostrano che il bilancio comunale è “taroccato”.Nell’esposto,infatti,rilevano che il giorno dopo l’approvazione degli equilibri di bilancio,precisamente il 30/11/2012,la Giunta Municipale,con il parere contrario e motivato del responsabile finanziario del Comune,apportano modifiche sostanziali al riequilibrio approvato il giorno prima dal Consiglio e lo sottopongono a ratifica dello stesso Consiglio il 29 dicembre dell’opposizione2012,nonostante il parere contrario dell’ufficio.Le variazioni di bilancio riguardano la previsione di entrate straordinarie,provenienti dalla vendita di beni immobili del Comune.Senonchè “quelle previsioni di entrate non solo non sono state realizzate,ma non esiste alcun provvedimento (contratto di vendita,compromesso,preliminare od altro),che possa legittimarne la veridicità”.In ogni caso,dalla nuova delibera del Consiglio scaturisce un quadro riassuntivo generale,che mette in evidenza un squilibrio economico e finanziario,pari ad E.1.259.817,34, di cui 151.719,82 E. senza alcuna copertura ed un saldo netto da finanziare,per raggiungere l’equilibrio finale di E.451.925,56.I consiglieri di opposizione sostengono che “ il Consiglio (a cui non hanno inteso partecipate) ha ratificato poste di entrata assolutamente inesistenti,da configurare un vero e proprio falso in bilancio”.Dal primo gennaio 2013,inoltre,non sarà più possibile utilizzare fondi di specifica destinazione,come finora è avvenuto,per finanziare spese correnti,per cui si prospetta già la paralisi totale del Comune,rimasto ormai senza fondi.I consiglieri di minoranza si dissociano dalle “magagne” della maggioranza e ne denunciano la gravità e chiedono un autorevole intervento degli organi preposti,per evitare ulteriori danni alla collettività di Cariati.Chiedono,anche, al Prefetto di Cosenza di essere ricevuti “per rappresentare tutte le problematiche esposte che hanno inquinato il corretto governo del nostro Comune”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta